/ Cronaca

Cronaca | 05 dicembre 2022, 11:47

Strage politica, anarchici a processo: a Torino tribunale blindato e agenti in assetto antisommossa

Tensione fuori dal Palazzo di giustizia per il processo ad “Alfredo e Anna”: i due militanti rischiano l’ergastolo

protesta anarchici

Anarchici a processo: a Torino tribunale blindato e agenti in assetto antisommossa

Mattinata di tensione, con agenti in assetto antisommossa fuori dal tribunale di Torino. Al Palazzo di Giustizia, davanti alla Corte d'Assise d'Appello, i giudici si pronunceranno sulla rideterminazione della pena, così come indicato dalla Cassazione, per il reato di 'strage politica' nei confronti di Alfredo Cospito e Anna Beniamino, militanti della Fai, Federazione anarchica informale, detenuti rispettivamente nei carceri di Sassari, in regime di 41 bis, e di Rebibbia.

Rischio ergastolo

Per il reato di strage politica la pena prevista dal codice penale è l’ergastolo. Fuori dal palazzo di giustizia è in corso un presidio di anarchici e antagonisti.

La rabbia dei manifestanti

Dopo 53 anni da piazza Fontana, ancora persecuzioni contro gli anarchici. Ma i responsabili sono Stato e fascisti, che non hanno pagato” affermano i manifestanti. “Per Alfredo e Anna formulate strage politica senza morti e feriti, solo per due petardoni. Vergognatevi. Costruite menzogne” urlano i manifestanti al microfono. Quattro di loro entreranno in aula.

Bloccata via Cavalli

Intanto, verso le 12.30, con la tensione crescente, è stata bloccata via Cavalli.

Andrea Parisotto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium