/ Politica

Politica | 25 maggio 2023, 08:19

L’ospedale della Pellerina arriva in Parlamento, Iaria: “Il Governo faccia cambiare idea a Comune e Regione” [VIDEO]

Il parlamentare del M5S: “Proprio pensando all’Emilia, dobbiamo smetterla di costruire vicino a zone a rischio esondazione”

L’ospedale della Pellerina arriva in Parlamento, Iaria: “Il Governo faccia cambiare idea a Comune e Regione” [VIDEO]

L’ospedale alla Pellerina arriva in Parlamento. A portare il caso della costruzione del presidio sanitario nell’area dei giostrai tra corso Lecce/Regina e Appio Claudio è stato il deputato del M5s Antonino Iaria, ex assessore all’Urbanistica del Comune di Torino, presentando un’interrogazione parlamentare.

L’obiettivo? Convincere il Governo a interloquire con Comune e Regione per tornare sui loro passi e cambiare destinazione: “Dobbiamo smetterla di costruire vicino alle zone a rischio esondazione. Faccio l’esempio di cosa sta scucendo a Torino, dove Regione e Comune stanno pianificando una costruzione dell’ospedale in area parco già oggetto di esondazione nell’alluvione del 2000”. 

Una riflessione ancora più attuale dopo quanto accaduto in Emilia Romagna, con l’acqua che si è presa tutto: case, campi, vite umane. “Proprio pensando all’Emilia Romagna - ha affermato Iaria - questo è uno dei momenti in cui è indispensabile aprire una riflessione sul dissesto idrogeologico e cambiamento climatico. Non si può rimandare un ragionamento serio sul consumo di suolo, non si può non tenere conto di fenomeni sempre più frequenti e improvvisi nella pianificazione e nei piani regolatori”.

“La retorica degli ambientalisti talebani è fuori luogo. Le parole d’ordine devono essere due: prevenzione e analisi dei rischi” ha proseguito il parlamentare.

Iaria ha poi concluso: “Pensando a quello che è successo in Emilia, penso sia necessario che la pianificazione tenga conto di tutto questo. Regione e Comune stanno andando avanti, ho presentato un’interrogazione parlamentare per chiedere al Governo di interloquire con Regione e Comune per fargli cambiare idea. Vogliamo evitare errori ancora prima che possano avvenire. Bisogna avere il coraggio di prevedere  un decreto legge sul consumo di suolo, senza pregiudizi, che combatta il dissesto idrogeologico”. 

 

Andrea Parisotto

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium