/ Nichelino-Stupinigi-Vinovo

Nichelino-Stupinigi-Vinovo | 07 giugno 2023, 10:02

Casa delle associazioni di Nichelino, un investimento di 8,5 milioni: si punta ad un cofinanziamento della Regione

I bandi europei o i fondi non spesi del Pnrr le strade da percorrere per trovare le risorse necessarie per far decollare l'opera. Il sindaco Tolardo: "Puntiamo ad iniziare i lavori entro il 2026"

progetto casa delle associazioni

Nichelino lancia il progetto della Casa delle associazioni

L'iniziativa era nata ad inizio 2022, aveva iniziato a prendere forma nel corso dell'anno, con il lancio del progetto lo scorso ottobre. Adesso la Casa delle associazioni di Nichelino non è più solo un'idea ma ha contorni più definiti, per consentire di trasformare l'area di San Quirico il Comune però ha bisogno di aiuto, perché l'investimento complessivo arriva a sfiorare gli 8,5 milioni di euro.

L'opera in sé dovrebbe costare intorno ai 6,5 milioni, quasi 5 dei quali solo per la Casa delle associazioni, ma si arriva a un totale di 8,5 milioni tra Iva, costo della progettazione, interventi per la sicurezza e oneri vari. Una somma che non è nelle disponibilità dell'Amministrazione, come è stato spiegato al centro Nicola Grosa, nel corso della serata organizzata con enti e associazioni del territorio per spiegare come sta prendendo forma il progetto.

Idea cofinanziamento della Regione

Dopo i saluti di rito delle assessore Paola Rasetto e Giorgia Ruggiero, è stato il consigliere regionale del Pd (e nichelinese doc) Diego Sarno a introdurre i temi dell'incontro: "Ci saranno tempi lunghi per realizzare l'opera, ma la progettazione condivisa con le associazioni e la città consentirà di arrivare a un risultato migliore. Il computo economico è importante, per cui sarà fondamentale la strategia per arrivare ad un cofinanziamento della Regione, utilizzando magari i fondi non spesi del Pnrr: per parte mia, mi impegno a organizzare presto un incontro per capire quali spazi ci sono".

Marco Buemi ha fatto poi una breve cronistoria degli ultimi mesi: "Abbiamo fatto un lavoro lungo e approfondito per capire gli spazi che servono, quali sono le necessità delle associazioni: comprendere i loro fabbisogni è alla base per condividere il percorso da intraprendere, in collaborazione con la città. E oggi presentiamo finalmente il progetto tecnico". Per ristrutturare la cascina di San Pietro si potrebbe anche pensare ad un crowdfunding, ma i fondi del Pnrr e i bandi europei sembrano la strada maestra da seguire.

Il progetto tecnico: 8,5 milioni di investimento

L'architetto Corrado Vaschetti ha spiegato invece come si è arrivati a definire i contorni del progetto. L'intervento prevede la creazione della Casa delle associazioni e di una foresteria, ma cambierà anche la viabilità della zona, con una nuova area di parcheggi e maggiori posti auto. Ci sarà un sistema del verde a servizio dei posti auto, un verde estensivo, un parco urbano per manifestazioni ed eventi, oltre ad una zona d'ombra con panchine ed alberate.

Valeria Sclaverano ha poi spiegato i dettagli tecnici dell'opera, la scelta dei materiali che è stata fatta e i concetti alla base del progetto, con l'idea di utilizzare le lose di luserna per il ciottolato, per difendere il patrimonio dell'area e mantenere un qualcosa di storico nella viabilità.

Tolardo: "Iniziare i lavori entro il 2026"

Il sindaco di Nichelino Giampiero Tolardo ha poi fissato gli obiettivi: "Speriamo di far iniziare i lavori prima della fine della consiliatura (2026, ndr), vogliamo che il sogno e l'idea diventino realtà concreta a disposizione della cittadinanza. E se sarà necessario si potrebbe anche pensare ad un partenariato col privato".

Massimo De Marzi

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium