/ Attualità

Attualità | 25 settembre 2023, 13:38

A Torino stanno morendo gli alberi: “Entro il 2023 ne abbatteremo 3.000, è colpa della siccità”

Dalla primavera 2022 a fine anno è una moria di alberi. L’assessore Tresso promette: “Per il 2024 ne pianteremo tanti quanti quelli abbattuti”

foto di archivio

A Torino stanno morendo gli alberi: “Entro il 2023 ne abbatteremo 3.000”

3.000 alberi abbattuti a Torino dalla primavera del 2022 a fine 2023. E’ una strage del verde quella causata dalla siccità in questo ultimo anno e mezzo.

A redarre un bilancio tanto grave quanto preoccupante è l’assessore al Verde Francesco Tresso, rispondendo a un’interpellanza presentata da Andrea Russi (M5s). “E’ un dato riconducibile a condizioni climatiche uniche, perché l’aumento della temperatura e della siccità è stato eccezionale: siamo reduci dall’anno più caldo degli ultimi 280 anni, più secco degli ultimi 230”. La siccità ha quindi causato questa moria. Ma la volontà del Comune è quella di intervenire e compensare gli abbattimenti con nuove piantumazioni: “Entro il 2024 pianteremo tanti alberi quanti ne servono per arrivare a un bilancio neutro o positivo. E’ un problema non di facile soluzione, ma non è colpa dell’amministrazione” ha concluso Tresso.

Scettico Andrea Russi: “Non capisco l’eccezionalità, purtroppo questo clima diventerà l’assoluta normalità e bisognerà incominciare a fare i conti con situazioni di questo genere. Siamo solo all’inizio”.

“Fino ad ora l’attenzione verso il verde non è stata la vostra priorità, mi auspico un percorso più virtuoso. Il verde torni a essere una priorità per Torino” è il pensiero del capogruppo del M5s.

Andrea Parisotto

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium