/ Cronaca

Cronaca | 13 febbraio 2024, 11:34

Tragedia Frecce Tricolori, nessuna traccia di uccelli: servirà una nuova perizia per escludere il bird strike

Nell’incidente del 16 settembre perse la vita una bambina di cinque anni. Dalle analisi con luminol non sono state evidenziate presenze di volatili. Occorreranno approfondimenti sulle turbine del motore

Lo schianto lo scorso 16 settembre a Caselle. Nel rogo perse la vita Laura Origliasso

Lo schianto lo scorso 16 settembre a Caselle. Nel rogo perse la vita Laura Origliasso

È stata al momento esclusa la presenza di tracce di uccelli dall’Aermacchi MB-339, l’aereo, che durante un’esercitazione delle Frecce Tricolori, era precipitato a Caselle lo scorso 16 settembre. Nello schianto morì Laura Origliasso, cinque anni, coinvolta nel rogo sprigionato dall’incidente aereo e che colpì l’auto dove viaggiava con i genitori. 

Servirà un’ulteriore perizia più approfondita per escludere definitivamente l’ipotesi del bird strike. Allo stato attuale l’esame con luminol non ha segnalato presenza biologica di volatili sul motore. Occorrerà smontare le turbine del monomotore e procedere a nuova analisi per confermare se la causa dell’incidente sia dovuta a uno schianto con uno stormo di uccelli.

La Procura ora disporrà un accertamento non ripetibile a cui potrebbero essere chiamate anche altre persone coinvolte nell’organizzazione della giornata. Allo stato attuale l’unico iscritto nel registro degli indagati è il maggiore Oscar Del Dò alla guida del veivolo con l’accusa di disastro e omicidio colposo.

Il pilota riuscì a liberarsi a pochi metri dallo schianto con il suolo. 



Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium