/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 29 febbraio 2024, 12:40

Ftp Industrial, domani ultimo giorno di lavoro per circa cento lavoratori in somministrazione in via Puglia

Sardo (Nidil Cgil): "L'uso spropositato di lavoro precario sfrutta la vulnerabilità degli addetti e toglie sicurezza e stabilità". Bolognesi (Fiom): "Si ritarda il ricambio generazionale"

lavoratori Fpt

Domani è l'ultimo giorno di lavoro per circa cento lavoratori in somministrazione presso Fpt di via Puglia

"L’uso spropositato del lavoro in somministrazione da parte di queste grandi imprese, sfrutta la vulnerabilità dei lavoratori privandoli di sicurezza e stabilità”. Csì la Nidil Cgil Torino, per voce del suo segretario, Luca Sardo, commenta quello che domani sarà l'ultimo giorno di lavoro per circa cento addetti in somministrazione presso il polo produttivo Fpt Industrial di via Puglia, a Torino.

Si tratta di addetti che non sono rientrati all'interno degli accordi di stabilizzazione che si sono verificati negli ultimi anni proprio presso questa azienda e che gli stessi sindacati definiscono "ottimi". "Fpt continua ad utilizzare la somministrazione come ammortizzatore organizzativo. Oltre ai classici contratti interinali a termine, sono presenti in modo strutturale ben oltre duecento lavoratrici e lavoratori cosiddetti “staff leasing”. Ovvero lavoratori stabilizzati dalle agenzie per il lavoro che vengono somministrati a tempo indeterminato. Stiamo parlando di donne e uomini presi in affitto, la cui missione lavorativa sussiste finché l’azienda ne ha bisogno".

Un bisogno, però, che in questo periodo ha perso vigore. E dunque domani sarà l'ultimo giorno di lavoro. "L’agenzia ha comunicato la cessazione della collaborazione con alcuni giorni di preavviso - dicono da Nidil Cgil -. Da lunedì la loro situazione di precariato si aggraverà ulteriormente. È evidente che in questa situazione al precariato non si porrà mai fine". Torneranno infatti a disposizione dell'agenzia di lavoro interinale, in attesa di nuova missione.

Questa notizia ci preoccupa - conclude Sardo - considerando la drammatica situazione in cui versa il settore nel territorio torinese, considerando che Fpt è l’azienda dell'universo Exor legato all'automotive che aveva la migliore situazione occupazionale a Torino". 

E dalla Fiom arriva anche il commento di Ugo Bolognesi, responsabile Iveco, insieme alle Rsa. "L'accordo con Iveco di maggio 2022 ha prodotto 406 assunzioni stabili nello stabilimento Fpt di via Puglia, il 25% dell'intero organico. Un importante ricambio generale che oggi, con la comunicazione di interruzione di 111 contratti di somministrazione staff leasing, si ferma. L'azienda la spiega con la diminuzione di richiesta di motori per il settore agricolo e marino. Rimangono ancora 130 lavoratori con contratto di somministrazione staff leasing nello stabilimento. Come Fiom abbiamo chiesto nell'incontro alla dirigenza Iveco di trovare tutte le soluzioni condivise alternative per permettere la continuità del ricambio generazionale e impedire che così tante lavoratrici e lavoratori si ritrovino senza occupazione".

Massimiliano Sciullo

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium