/ Attualità

Attualità | 08 maggio 2024, 07:03

Punti Smat: fare acqua fa risparmiare più di un milione di euro ai torinesi (e 860 tonnellate di CO2)

Nel 2023 i litri erogati dai chioschi sono stati 50 milioni in tutta la provincia e 7,3 a Torino, con notevoli risparmi di plastica e denaro. In corso l'introduzione di nuove tessere per pagare l'acqua frizzante

Punti Smat: fare acqua fa risparmiare più di un milione di euro ai torinesi

Punti Smat: fare acqua fa risparmiare più di un milione di euro ai torinesi

Sono 218 i punti Smat che erogano acqua potabile naturale (gratuitamente) e frizzante (5 centesimi ogni 1,5 litri) in tutta la provincia di Torino. In città sono 20, vista anche la massiccia presenza dei caratteristici Torèt, che sono più di 800.

34 mila bottiglie di plastica in meno

Secondo i calcoli di Smat, l'utilizzo dei punti acqua ha generato 50 milioni di litri di acqua nel territorio metropolitano e più di 7 a Torino, portando a un risparmio di 34 mila bottiglie di plastica da 1,5 litri in tutto il 2023, di cui 4800 mila in città. Di conseguenza, le tonnellate di CO2 che non sono state emesse sono state 6000 per tutta la provincia nel 2023 e 860 per la città, calcolando 100 kg di CO2 prodotta ogni 1000 litri di acqua in bottiglia, contro gli 0,4 kg ogni 1000 litri di acqua pubblica.

 

Risparmiato oltre un milione di euro

Il risparmio generato dall'utilizzo dei punti Smat calcolato per le famiglie torinesi è di 1 milione e 100 mila euro totali nel 2023, mentre contando tutta l'area metropolitana il totale sale a 7 milioni e 500 mila euro. Come riportato dal presidente della società Paolo Romano, durante la seduta delle commissioni 1 e 6 del Consiglio comunale, il costo di ogni capannina per l'erogazione dell'acqua è stato di 30 mila euro, sostenuto da Smat.

Da circa un mese è in corso il cambiamento dei metodi di pagamento in ogni punto acqua, con l'introduzione di tessere apposite e la chiusura dei vecchi pos a causa dell'invecchiamento del sistema di pagamento che ha portato a dover trovare una soluzione. In passato, il pagamento con monete e contanti era già stato smantellato in seguito a ripetuti furti e distruzioni dei chioschi.

 

Quali sono i punti più utilizzati

A Torino, i punti più utilizzati sono quelli di corso Cincinnato in Circoscrizione 5, piazza Galimberti e piazza Nizza in Circoscrizione 8, con più di 500 mila litri erogati l'anno. Con poco più di 200 mila litri consumati, invece, il fanalino di coda dei 20 chioschi è quello di piazza Zara, sempre nell'VIII circoscrizione. Poco utilizzati anche i punti di via Bertolotti (circoscrizione 1) e piazza Campanella nella V.

Francesco Capuano

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium