/ Scuola e formazione

Spazio Annunci della tua città

Arredato, bagno finestrato e ski box. Posizione comoda ai servizi. Spese condominiali e IMU molto contenute. Ottimo...

Completamente ristrutturato no arredato no posto auto con deposito in cortile interno termoautonomo ideale persone...

Selezioniamo collaboratori ambo i sessi di età min. 23 anni, per lo sviluppo del mercato di sanità integrativa per...

PER NEGOZIO SITO AD ORBASSANO CERCASI LAVORANTE CON ESPERIENZA NEL SETTORE NO PERDITEMPO.

Che tempo fa

Cerca nel web

Scuola e formazione | venerdì 12 gennaio 2018, 15:26

Il nuovo modo di imparare (e di insegnare) punta forte sulla Combo, ma fino a Pasqua è già tutto esaurito

E' il nome del laboratorio didattico che la Fondazione Agnelli, dopo una sperimentazione in questo autunno, ora apre a tutte le scuole di Torino e del Piemonte per trasmettere i primi concetti di robotica e nanotecnologie

Si chiama Combo, ma è tutt'altro che un'improvvisazione jazzistica. Si tratta infatti del nuovo laboratorio didattico della Fondazione Agnelli che, dopo una lunga, sperimentazione nel corso dell'autunno 2017, ora si apre a tutte le scuole di Torino e del Piemonte.

Dagli ultimi tre anni delle elementari fino al triennio delle superiori, presso Combo gli studenti potranno frequentare corsi innovativi per imparare i primi rudimenti legati alla robotica e alle nanotecnologie, ma al tempo stesso ripassare i concetti già appresi a scuola in maniera "tradizionale" legati a matematica, fisica ed economia.

Tra gli alleati della Fondazione, grandi nomi come Comau, Istituto Italiano di tecnologia e presto anche un colosso come Google. Al mattino gli spazi di Combo saranno aperti ai ragazzi, mentre nel pomeriggio si terranno anche corsi di formazione e aggiornamento per gli insegnanti.

Protagonisti saranno nientemeno che i robot, che accompagneranno i ragazzi nelle loro attività a seconda dei livelli scolastici: Robo-Abaco, per le ultime tre classi delle elementarli, Robo-Coop per le scuole medie e Robo-Cartesio per gli ultimi tre anni delle superiori.

Dopo le 32 classi (oltre 700 studenti) che sono stati i pionieri di questo laboratorio, ora le occasioni sono aperte a tutte le classi torinesi e piemontesi, ma su prenotazione (il modulo si trova sul sito dell'Ufficio scolastico regionale www.istruzionepiemonte.it).
Le date fino a Pasqua sono già andate esaurite, mentre dal 18 gennaio di potrà prenotare per il periodo che va da Pasqua alla fine dell'anno scolastico.

 

 

Massimiliano Sciullo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore