/ Eventi

Eventi | 19 maggio 2018, 14:23

"Torre Pellice Città europea della Riforma", prima edizione

Saranno due giorni di incontri, passeggiate, musica, scoperte culturali quelli che caratterizzeranno il 9 e 10 giugno prossimi a Torre Pellice

"Torre Pellice Città europea della Riforma", prima edizione

Torre Pellice nel 2017 è entrata a far parte delle Città Europee della Riforma. 

Titolo meritato, visto che è conosciuta ovunque come la “Capitale” del valdismo: è sede del Sinodo annuale della Chiesa valdese e dei molti edifici storici che hanno fatto di via Beckwith e parte di via Arnaud un vero e proprio quartiere con caratteristiche nord europee, anche dal punto di vista architettonico. Vi hanno sede la Foresteria Valdese, il monumento al pastore-condottiero Henry Arnaud, il Collegio Valdese (oggi liceo valdese), la Casa Valdese sede dell’organo amministrativo della Chiesa valdese, il Tempio con a fianco il Presbiterio, le “Case dei professori”, la Casa Unionista e, infine, la sede del polo culturale valdese comprendente il Museo di storia valdese, la Biblioteca e gli Archivi fotografici valdesi, la Società di Studi Valdesi e l'Archivio Storico della Tavola Valdese.

Nel 2018 è apparso dunque quasi naturale unire le forze fra enti pubblici, associazioni e privati cittadini e proporre la prima edizione di “Torre Pellice Città Europea della Riforma”; l’evento sarà in giugno poiché tradizionalmente la Fondazione Centro Culturale Valdese, tutti gli anni, proprio in una domenica di giugno apre le porte sul museo, la biblioteca e gli archivi per la visita gratuita di tutti i propri spazi.

Il risultato è un bel programma che avrà inizio il sabato sera 9 giugno con un concerto nel Tempio valdese organizzato dall'Associazione Musicainsieme, che gestisce da anni la Scuola di Musica di Valle. Il coro di musica tradizionale Eiminal propone “Voici venir la nuit”, canti delle valli valdesi; il concerto si inserisce nel progetto di salvaguardia delle lingue minoritarie sostenuto dall’Unione Montana del Pinerolese “Samedi et Dimanche avec Musique e Français”: due elementi – quello linguistico e quello musicale –  caratterizzanti entrambi questa zona d'Italia, e legati rispettivamente alla Storia Valdese e a quella riformata.

Durante il concerto verrà presentato, a cura dell’assessore alla Cultura del Comune di Torre Pellice, Maurizia Allisio, e del direttore della Fondazione Centro Culturale Valdese, Davide Rosso, “ECRR” European Cultural Route of Reformation, il progetto in via di sviluppo fra Città europee della Riforma, che porterà a un percorso culturale di dimensioni molto vaste e con sguardo europeo in cui Torre Pellice avrà una parte importante insieme al resto delle Valli valdesi.

Il 10 giugno, la Fondazione sarà presente con banchi vendita già dalle 9,30 del mattino; mentre a partire dalle ore 11,30, una “ascolta, mangia e cammina” avrà lo scopo di fornire, attraverso letture mirate, curate dall’associazione “Letture ad Alta voce (Lav), notizie storiche non sempre conosciute sui monumenti e piazze che caratterizzano la cittadina: piazza San Martino, con la “Fontana di Carlo Alberto”; piazza della Libertà, dove ha avuto sede la prima Farmacia Muston e dove si sono tenuti i primi discorsi a fine 800 del congresso dei movimenti per la pace europei in visita a Torre Pellice, poi riunitosi alla Casa valdese; i giardini di Piazza Muston, dove vi sarà uno spettacolo di danza dell'Associazione Balancé e letture dal diario di Alexis Muston; piazza Gianavello, intitolata al “bandito valdese”, ma sede anche questa nel tempo di numerosi edifici storici. I commercianti insieme alla Pro Loco hanno unito le forze per ristorare le persone che accorreranno a Torre Pellice per seguire le letture del locale Gruppo Lav, che intervallerà i testi con brani musicali.

Alle 14 sarà il momento dell'apertura della Fondazione CCV, con numerosi interventi: visite guidate all'area e alla Casa Valdese alle 14 e alle 16,30. In biblioteca, alle ore 15,00, vi sarà la presentazione del Diario di Alexis Muston appena pubblicato in versione integrale in Francia, con gli interventi di Gabriella Ballesio della Società di Studi Valdesi e dello storico Simone Baral; a seguire, alle 16, e in replica alle 17, sempre alla Fondazione CCV due proiezioni di un film del 1957 dal titolo “Al servizio di Dio e del prossimo” sulle diaconesse valdesi, proposte dall'Archivio fotografico. Alle 17 nel giardino della Fondazione vi sarà invece la presentazione da parte della linguista Rosella Pellerino della mostra curata da Espaci Occitan “I trovatori in Piemonte. Poesie in Lingua d'Oc nei secoli XI-XIII”, seguita da un concerto dell'ensemble di musica medievale FAIA che alle ore 18 correderà la presentazione.

Il tutto con banchi vendita in giardino, laboratori alla Casa valdese per bambini e bambine e due mostre – oltre a quella già citata: “Le medaglie di Luigi XIV del museo valdese” ed esposizione di fotografie della val Pellice in dialogo con il museo etnografico delle Valli Valdesi, provenienti dall'Associazione di promozione turistica “Invalpellice”. Al termine della giornata ai presenti verrà offerto un aperitivo in giardino.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium