/ Cronaca

Cronaca | 01 dicembre 2019, 14:07

La bomba "saluta" Torino con tre ore di anticipo: operazioni concluse poco prima delle 14

Sono state riaperte all'accesso sia la zona Rossa che quella Gialla, riattivati anche il traffico ferroviario e lo spazio aereo

La bomba "saluta" Torino con tre ore di anticipo: operazioni concluse poco prima delle 14

E' arrivata "a sorpresa" e se n'è andata altrettanto a sorpresa. La bomba, residuato bellico della Seconda Guerra Mondiale, che è stata trovata in via Nizza durante alcuni lavori di scavo è stata disinnescata con quasi 3 ore di anticipo rispetto alle previsioni.

Le operazioni di messa in sicurezza e di disinnesco, infatti, avrebbero dovuto finire intorno alle 17. Uno scenario che era sembrato addirittura ottimistico dopo che l'avvio dei lavori era stato rallentato a causa del ritrovamento in zona rossa di alcuni residenti.

E invece, con grande sorpresa, le operazioni di disinnesco e di messa in sicurezza dell’ordigno bellico di via Nizza si sono concluse positivamente prima delle 14, quando le aree Gialla e Rossa sono state riaperte e quindi i cittadini hanno potuto ritornare nelle proprie abitazioni.

Aperti anche lo spazio aereo e il traffico ferroviario.

Gli artificieri del 32° Reggimento Genio della Brigata Alpina Taurinense stanno trasportando la bomba MK IV resa inerte in una cava a Ciriè dove è previsto che sia fatta brillare.

Massimiliano Sciullo

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium