/ Cronaca
Estate 2020 ad Abano Terme: intervista al sindaco Federico Barbierato

Salute e natura, cultura ed enogastronomia: sono questi i pilastri della proposta a "Km 0" del Comune di Abano Terme per l'estate 2020. Che tipo di vacanza verrà offerta? Come verranno accolti i turisti? Ne parliamo con il sindaco, Federico Barbierato

Pubblicato da Torino Oggi su Martedì 5 maggio 2020

Cronaca | 23 marzo 2020, 21:23

Porta Susa, l'altoparlante ricorda le regole a una stazione deserta: nell'atrio solo qualche passante. Ma non si vedono nemmeno i controlli [VIDEO]

Treni e binari vuoti, avvisi che ripetono come siano vietati gli spostamenti da un Comune all'altro. In stazione un clima surreale, ma al contrario di quanto atteso niente esercito (né forze dell'ordine) a presidiare gli ingressi

Porta Susa, l'altoparlante ricorda le regole a una stazione deserta: nell'atrio solo qualche passante. Ma non si vedono nemmeno i controlli [VIDEO]

Ci aspettavamo forse l'esercito, o almeno le forze dell'ordine, oggi, a presidiare gli ingressi e i corridoio della stazioni, dopo che il decreto del governo ha deciso per un'ulteriore stretta sugli spostamenti, vietando del tutto i trasferimenti da un Comune all'altro, sempre fatti salvi i motivi di lavoro, di salute o di grave urgenza motivata.

Invece no: siamo stati a Porta Susa dalle 10.30 alle 11.30 e forze dell'ordine non se ne sono viste. A dire il vero, non ci sono stati nemmeno assembramenti di persone e viaggiatori in transito. La stazione era praticamente deserta: binari vuoti o quasi, treni in arrivo praticamente senza passeggeri. Un piccolo via-vai di persone c'era invece nell'atrio della stazione, con persone più che altro di passaggio a piedi (ma comunque distanziate di oltre un metro tra loro) da via Cavalli a piazza XVIII Dicembre.

Intanto, gli altoparalanti della stazione ribadivano costantemente i punti salienti del decreto #iorestoacasa: vietati gli spostamenti da un Comune all'altro salvo eccezioni, necessità per i passeggeri di compilare il modulo di certificazione disponibile a bordo treno, obbligo di consegnarlo e mostrarlo alla polizia per tutti quelli in arrivo in stazione.

Avvisi presenti anche davanti alle biglietterie, rigorosamente vuote, e su tutti i tabelloni luminosi, dove sono parsi evidenti anche i "tagli" effettuati da Fs e Trenitalia su varie tratte. Forse proprio per gli orari più leggeri e la situazione di emergenza, il traffico dei treni è stato del tutto regolare e senza ritardi.

Daniele Angi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium