/ Cronaca
Estate 2020 ad Abano Terme: intervista al sindaco Federico Barbierato

Salute e natura, cultura ed enogastronomia: sono questi i pilastri della proposta a "Km 0" del Comune di Abano Terme per l'estate 2020. Che tipo di vacanza verrà offerta? Come verranno accolti i turisti? Ne parliamo con il sindaco, Federico Barbierato

Pubblicato da Torino Oggi su Martedì 5 maggio 2020

Cronaca | 29 maggio 2020, 11:40

A Torino da domani aperte le aree gioco: obbligo di distanziamento e mascherina per i bimbi dai 6 anni

Unia:"Il genitore dovrà valutare lo stato di salute del bambino, che vengano rispettate le misure anti-contagio come la sanificazione di mani e piedi dei figli e mantenere la distanza di sicurezza". Multe da 400 a 3.000 euro per chi trasgredisce

A Torino da domani aperte le aree gioco: obbligo di distanziamento e mascherina per i bimbi dai 6 anni

Da domani aree gioco aperte a Torino: ad annunciarlo l’assessore all’ambiente Alberto Unia, che ha spiegato come oggi verrà emessa una specifica ordinanza. Per accedere sarà obbligatorio mantenere il distanziamento fisico di almeno un metro tra i presenti ed i bimbi sopra i sei anni dovranno portare la mascherina.

Abbiamo deciso – ha spiegato Unia – di riaprire da sabato la maggior parte delle aree gioco: le restanti saranno operative da lunedì”. Da domani quindi i bimbi potranno riprendere ad usare scivoli ed altalene in circa un centinaio di spazi, sui 286 presenti in città. Il cronoprogramma delle aperture, come ha chiarito il Presidente del Coordinamento delle Circoscrizioni Carlotta Salerno, è stato deciso in collaborazione con i territori.

Chiediamo – ha proseguito l’esponente della giunta Appendino – una mano ai cittadini per il rispetto del provvedimento, soprattutto per quanto riguarda il rischio assembramenti e l’uso dei dispositivi di protezione. Il genitore dovrà valutare lo stato di salute del bambino, che vengano rispettate le misure anti-contagio come la sanificazione di mani e piedi dei figli e mantenere la distanza di sicurezza: se questi requisiti non verranno rispettati, le aree gioco non saranno utilizzabili”.

Un appello alla responsabilità arriva anche della sindaca Chiara Appendino, che su Facebook scrive:"Dovremo fare i conti con nuove abitudini. E, per per far sì che non si torni indietro su questa decisione, avremo bisogno di tutta la collaborazione e la responsabilità di famiglie e cittadini".

Qualora non venissero osservate le norme contro il contagio, sono previste multe da 400 a  3.000 mila.

La sanificazione delle aree gioco sarà garantita quotidianamente: negli spazi non ci saranno presidi fissi, ma i volontari della Protezione Civile garantiranno a rotazione assistenza.

Cinzia Gatti

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium