/ Cronaca

Cronaca | 06 luglio 2020, 10:07

Un fine settimana di "evasione": manette a Mirafiori, Regio Parco e Volpiano per non aver rispettato i domiciliari

Complessivamente i controlli dei carabinieri hanno portato a quattro arresti e otto denunce anche ad Alpignano, Volpiano, Leinì, San Maurizio Canavese e Aglié

Un fine settimana di "evasione": manette a Mirafiori, Regio Parco e Volpiano per non aver rispettato i domiciliari

Questa notte, i Carabinieri della Compagnia di Rivoli hanno arrestato per rapina un 21enne gambiano. E’ accaduto ad Alpignano. Il giovane ha picchiato una donna di 51 anni per rubarle il telefono cellulare e poi è scappato e si è rifugiato all’interno del CAS. I carabinieri lo hanno rintracciato subito dopo grazie all’allarme dato dalla vittima al 112. Il gambiano è stato trovato in possesso del cellulare poco prima rubato che è stato riconsegnato alla vittima. Quest’ultima, che non voleva ricorrere alle cure mediche, nel tentativo di difendersi dall’aggressione, ha procurato delle lievi escoriazioni al gambiano guaribili in cinque giorni. 

Alle 18 di Sabato, nel quartiere Mirafiori, a Torino, i carabinieri hanno sorpreso e arrestato per evasione un italiano di 51 anni, già sottoposto alla misura alternativa della detenzione domiciliare, fuori dalla sua abitazione. L‘uomo  è stato sottoposto nuovamente ai domiciliari. 

Sempre nello stesso pomeriggio, in corso Regio Parco, una pattuglia ha rintracciato un 40enne italiano ricercato per essere evaso dai domiciliari. Deve scontare tre mesi di reclusione per evasione.

Sabato sera,  a Volpiano, una gazzella dell’Arma ha arrestato un 54enne del luogo, già sottoposto agli arresti domiciliari, notato violare le prescrizioni impostegli: L’uomo è stato ricollocato ai domiciliari.

Nella stessa serata, a Leinì, i carabinieri, con l’ausilio della polizia locale, hanno fermato  e denunciato tre ragazzi, tra i 23 e i 24 anni, che, a causa di un alterco scaturito per futili motivi, hanno litigato in strada. Nella circostanza uno dei tre, a seguito di perquisizione personale, è stato trovato in possesso di un martello, posto sotto sequestro.

A San Maurizio Canavese, una pattuglia di carabinieri della Tenenza di Ciriè ha denunciato tre uomini di 21, 23 e 58 anni, che, in piazza Marconi, armati di mazze da baseball, sono entrati nel dehor di un esercizio commerciale con l’intento di picchiare un 35enne, ma sono stati bloccati dai militari dell’Arma insieme alla polizia locale,  che si trovava a transitare in zona. Le mazze sono state poste sotto sequestro. 

Ieri sera, ad Aglié, nell’area del  Luna Parck, due 17enni, incensurati, hanno picchiato e rapinato un 15enne. La coppia ha aggredito la vittima per portarle via una collana in oro. Dopo la richiesta di aiuto al 112 da parte del ragazzo rapinato, i carabinieri hanno individuato e rintracciato, poco distante dal luogo della rapina, i due aggressori. La collanna in oro è stata recuperata e restituita al proprietario, mentre  i due 17enni sono stati denunciati per rapina . 

Ad Ala di Stura, i carabinieri della Stazione di Ceres hanno contestato una sanzione amministrativa di 3.000 euro al titolare di un home restaurant perché all’ interno del suo appartamento esercitava l’attività di ristorazione sprovvisto delle necessarie autorizzazioni sanitarie.

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium