/ Eventi

Eventi | 04 agosto 2020, 09:54

Il Polo del '900 ospite di Cinema a Palazzo con "Il resto di niente"

Appuntamento alle 22 di mercoledì 5 agosto, mentre il 19 agosto sarà la volta di Persepolis

Il Polo del '900 ospite di Cinema a Palazzo con "Il resto di niente"

Il Polo del ‘900, che quest’estate organizza la rassegna “Donne. Genere, generazioni, linguaggi”, va in trasferta, ospite di Distretto Cinema  nella Corte di Palazzo Reale. Dalla collaborazione tra le due realtà torinesi nasce la serata di mercoledì 5 agosto con, alle 22, “Il resto di niente”, introdotto da Paola Olivetti dell'Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza, e quella del 19 agosto con “Persepolis”: in questa serata interverrà invece Marcella Filippa della Fondazione Vera Nocentini. I due appuntamenti di "Cinema a Palazzo" sono infatti organizzati insieme all'Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza  e alla Fondazione Vera Nocentini. «Da sempre, e ben prima dell'emergenza Covid, Cinema a Palazzo costruisce il suo cartellone lavorando con associazioni e realtà culturali della città» dice Fulvio Paganin, direttore artistico.

"Il resto di niente" è un film del 2004 diretto da Antonietta De Lillo. Prodotto nel 2004 da Mariella Li Sacchi e Amedeo Letizia, è stato presentato fuori concorso alla 61ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia.Il film è tratto dall'omonimo romanzo di Enzo Striano, e racconta la vita della nobildonna Eleonora Pimentel Fonseca sullo sfondo della rivoluzione napoletana del 1799.

"Persepolis" è un film d'animazione del 2007, candidato all'Oscar, basato sull'omonima graphic novel autobiografica. Il film è stato scritto e diretto da Marjane Satrapi, l'autrice delle memorie, e da Vincent Paronnaud. Il titolo è un riferimento all'antica città storica di Persepoli. La storia, un romanzo di formazione, inizia poco prima della Rivoluzione iraniana, mostrando attraverso gli occhi di Marjane, che inizialmente ha nove anni, come le speranze di cambiamento della gente furono infrante lentamente quando presero il potere i fondamentalisti islamici, obbligando le donne a coprirsi la testa, riducendo ulteriormente le libertà della popolazione e imprigionando migliaia di persone. La storia si conclude con Marjane, ormai ventiduenne, che espatria.Il film ha vinto il Premio della giuria al Festival di Cannes 2007 ed è stato distribuito in Francia ed in Belgio il 27 giugno 2007, mentre in Italia è uscito nelle sale il 29 febbraio 2008.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium