/ Attualità

Attualità | 31 agosto 2020, 14:40

Dal 4 settembre torna l'appuntamento con la Sagra dei Pescatori

Quest’anno anticipata ed in forma ridotta per l'emergenza Covid: appuntamento fino a domenica a Villafranca Piemonte

Dal 4 settembre torna l'appuntamento con la Sagra dei Pescatori

Torna la tradizionale Sagra dei Pescatori di Villafranca Piemonte (TO), quest’anno anticipata ed in forma ridotta ai primi giorni di settembre, anziché l’ultimo week end del mese come da tradizione, organizzata dalla  Proloco di Villafranca Piemonte  con il  patrocinio del  Comune, in  collaborazione con l'Amministrazione  Comunale, le Associazioni locali, i  Comitati  Frazionali e il Gruppo Comunale di  Protezione Civile. Anche la location non sarà più il centro storico del parse la l’area circostante al Palazzetto Polivalente per avere un’area più ampia e poter ottemperare al distanziamento sociale come da protocolli COVID.
La Sagra dei Pescatori, nata sulla scia di quella che era la principale attività degli avi e uno tra i pochi mezzi e fonti principali di sostentamento per la popolazione villafranchese: durante le belle stagioni tramite la pesca e d’inverno con l’estrazione di materiale inerte dall’alveo del fiume Po. Proprio il fiume Po, nel passato, ha garantito al paese non solo la più sicura e naturale linea di confine, ma anche il passaggio obbligato per l'offesa e la difesa, una linea di comunicazione economica, rapida e sicura ed una fonte d'inesauribile attività per i suoi abitanti, prima fra tutte proprio la pesca.
Vera e propria professione per numerosi villafranchesi fino agli inizi del secolo scorso, oggi diventato un hobby gestito dalla locale Associazione “Liberi Pescatori” che nelle tre giornate di festa,  aprirà nei locali dell’Ex Monastero, la mostra fotografica delle specie ittiche autoctone delle acque sorgive, degli attrezzi di un tempo quali il “tundin”, il “bertavel” e “la sapa per i lampre” (lamprede), piccoli invertebrati tipici del fiume, oggi non più “pescabili” perché specie protetta. Sempre all’interno della Chiesa della Beata Vergine, l’Associazione Amici del Po che quest’anno festeggia il 40mo anniversario di fondazione, illustrerà le proprie iniziative naturalistiche ed ambientali legate all’acqua, non per ultima la riproduzione fedele del traghetto che un tempo era l’unico mezzo di trasporto per persone ed animali per poter transitare da una riva all’altra del fiume Po.
Altre mostre saranno allestite da parte di Nino Perassi nella Chiesa del Gesù inerente  la flora e la fauna della nostra oasi naturale, prima fra tutte il parco delle risorgive e dei fontanili intorno alla Cappella di Missione, all’interno della quale, il visitatore rimarrà entusiasta nell’ammirare gli storici affreschi del 1400 di Aimone Dux.
L’edizione 2020 è stata organizzata innanzitutto tenendo in considerazione la situazione contingente; la manifestazione si terrà nel rispetto e nell’osservanza di tutti i protocolli e degli adempimenti vigenti in materia igienico sanitaria di contrasto alla diffusione del virus Covid-19 atti a contenere il contagio, quali l’uso della mascherina, di gel igienizzanti, di posti a sedere distanziati numerati previo prenotazione, ecc.
GLI APPUNTAMENTI
Ricco di appuntamenti e di ospiti il programma 2020, basato su tre serate di spettacolo e di tradizionale proposizione enogastronomica; si aggiungeranno al programma tradizionale altri momenti di incontro e allegria, come ad esempio “La partita del Cuore”, sabato 5 settembre alle ore 15 presso lo Stadio Comunale, disputa calcistica tra la squadra composta da artisti, cantanti, comici e produttori contro una selezione di amministratori locali con devoluzione benefica di parte del ricavato, o ancora domenica 6 settembre, dalle 8 alle 18 la fiera commerciale per le vie del concentrico e un mercato dello scambio e del baratto e dell’antiquariato.
Ogni serata si svolgerà  nell’area circostante  al Palazzetto polivalente in via Brigata Alpina Taurinense, dove vi sarà un’area ristorazione e un’arena per i 3 concerti serali. Attivato per i villafranchesi anche un servizio di asporto e delivery, (asporto e consegna a domicilio) su prenotazione.
GLI OSPITI
Il 4 settembre, alle 22 lo spettacolo Break Free - Long Live the Queen - Queen Tribute Show, tribute band dei Queen accolta con entusiasmo in Italia e tutta Europa; uno spettacolo che stupisce migliaia di spettatori, ripercorrendo in uno show senza respiro le tappe musicali che hanno caratterizzato la band inglese, ancora seguitissima e nel cuore di milioni di fan.
Il 5 settembre, alle 22 live della Orchestra Federica Cocco, alla sua prima esibizione in Piemonte. Spettacolo di musica ricchissimo di ospiti: Matteo Bensi, il Maestro Franco Bagutti, Gianmarco Bagutti, Maicol Diaz, Alex Villani, Simone Pennini. Tanti i fan di Federica che in tutta Italia e all’estero seguono le sue tournèe e con affetto la supportano.
Il 6 settembre, alle 22 live del grandissimo Roby Facchinetti, che torna in Piemonte con le sue melodie e i suoi grandissimi successi. In questa sua fase artistica è stato molto prolifico e ha lavorato a diverse collaborazioni. Nel marzo 2020, durante l'epidemia di COVID-19 in Italia, scrive il brano Rinascerò, Rinascerai, con le parole del collega Stefano D'Orazio i cui diritti sono stati devoluti in favore dell'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.
Per partecipare alle tre serate, sono previsti posti a sedere numerati fino al SOLD OUT.
E’ possibile l’acquisto in Prevendita dei posti su WWW.LITICKETS.IT (pagamento con CARTA DI CREDITO – PAYPAL – SATISPAY). E’ stato istituito anche un numero telefonico per informazioni (331.38.74.520).

Per informazioni:
www.comune.villafrancapiemonte.to.it
www.prolocovillafrancapte.to.it
Email:
prolocovillafranca@libero.it

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium