/ Politica

Politica | 22 settembre 2020, 19:13

Moncalieri, plebiscito per Paolo Montagna: "Ora l'ospedale unico e una nuova classe dirigente pensando già al 2025" [VIDEO]

"Siamo un modello anche per il Pd e il centrosinistra". Stasera inviata una lettera a Cirio e Icardi per chiedere di far partire il progetto Vado per l'Asl To5: "Con me lo faranno i 20 mila che mi hanno votato"

Moncalieri, plebiscito per Paolo Montagna: "Ora l'ospedale unico e una nuova classe dirigente pensando già al 2025" [VIDEO]

Un plebiscito, con quasi i due terzi dei voti. Paolo Montagna è stato confermato per altri cinque anni alla guida di Moncalieri.

Era chiaro già all'ora di pranzo che il sindaco uscente avrebbe vinto al primo turno e con un margine molto ampio. Alle elezioni amministrative del quinto comune piemontese per numero di abitanti, non c'è stata partita, visto il netto divario subito emerso tra il candidato del centrosinistra e i suoi competitor.

Alla fine Montagna ha prevalso con il 65,1% delle preferenze, ottenendo quasi il triplo del suo principale avversario, il candidato del centrodestra Pier Alessandro Bellagamba, che si è fermato al 23,53%. Lontani anni luce gli altri tre candidati in corsa: Abelio Viscomi (Moderati) non è andato oltre un modesto 5%, Barbara Fassone è rimasta addirittura sotto quella soglia, con il 4,73% raccolto dal M5S, mentre l'outsider Giancarlo Chiapello (Popolari) ha preso poco più dell'1,5%.

"È bello, bellissimo. Questi siamo noi. Grazie Moncalieri", sono state le prime parole di Montagna. "E' stato un successo che va oltre le nostre aspettative", ha aggiunto il neo rieletto sindaco, non nascondendo una evidente soddisfazione. "Con questo risultato cresce anche la nostra responsabilità: l'abbiamo affrontata in questi anni e siamo pronti a continuare. Siamo un modello di esperienza anche del Pd e del centrosinistra. Da qui, da Moncalieri, per dire noi ci siamo".

La prima battaglia sarà quella di difendere l'ospedale unico dell'Asl To5, destinato inizialmente ad essere edificato nella zona di Vadò, ma il progetto nelle ultime settimane è stato stoppato dalla Regione, in attesa di una nuova perizia idrogeologica sull'area. "Stasera stessa scriverò una lettera indirizzata al presidente Alberto Cirio e all'assessore Luigi Icardi. Ma non sarò solo a farlo: con me ci saranno i quasi 20 mila cittadini di Moncalieri che mi hanno votato".

Il sindaco di Moncalieri ha raccontato di essersi sentito già diverse ore fa con Bellagamba, il suo principale avversario. "Che resta un amico e una persona che stimo. Spero di poter collaborare con Pier, leader di una opposizione costruttiva, per fare quello che serve per far crescere ancora questa città, nell'interesse dei suoi abitanti".

Siamo al 20 settembre 2020, la vittoria è stata appena conquistata, ma Paolo Montagna guarda già al 2025: "Vogliamo costruire da adesso la classe dirigente del futuro. Non ci faremo scegliere dalle segreterie di partito il prossimo sindaco di Moncalieri, abbiamo uomini e donne giovani e all'altezza in questa città". Un messaggio rivolto anche al Partito Democratico, che pure ne ha esaltato il successo, come ha fatto anche la vicepresidente del Senato Anna Rossomando: "Un grande successo del centrosinistra e un grande risultato personale per Paolo Montagna, che premia la sua passione e la capacità di ascoltare i bisogni dei cittadini. Da Moncalieri arriva una grande lezione di democrazia".

Infine, sulla squadra di governo che lo affiancherà, si è limitato a dire: "Faremo bene e in fretta. Non è una questione di nomi, qui ha vinto un progetto che ha in me il capitano, ma attorno una squadra coesa e compatta".

Massimo De Marzi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium