/ Cronaca

Cronaca | 28 settembre 2020, 16:38

Sicurezza sui mezzi pubblici Gtt: da oggi ripartono i controlli interforze con la polizia municipale

Alle fermate tornano i controlli interforze con la polizia municipale. Esultano i sindacati, che l’avevano espressamente richiesto nella fase della trattativa che aveva scongiurato lo sciopero del 14 settembre

immagine di repertorio

immagine di repertorio

Non è un giorno come gli altri sui mezzi pubblici di Gtt. Da oggi infatti, dopo uno stop lungo diversi mesi, sono tornati i controlli interforze nelle linee considerate più a rischio evasione. Un ritorno alla normalità necessario, soprattutto per salvaguardare la solidità economica dell’azienda che gestisce il trasporto pubblico locale a Torino.

La sensazione, infatti, è che il lockdown e i controlli alle fermate abbiano portato a un aumento degli evasori: il 23 luglio, in una verifica sulla linea 4 che ha visto impegnati controllori e polizia di stato, dei 350 passeggeri controllati ben 72 sono stati trovati senza biglietto. Una percentuale del 20%, superiore ai dati pre Covid.

Esultano poi i sindacati: il punto era stato fortemente voluto da Uil Trasporti, Faisa Cisal, Fast-Confsal e Usb durante la fase di trattativa che aveva scongiurato lo sciopero del 14 settembre: “In questa difficile fase storica grazie all’impegno profuso dalle nostre sigle sindacali ed al lavoro quotidiano della Rsu stiamo contribuendo in modo determinante alla difesa degli interessi dei lavoratori, mettendo in campo competenza e proposte concrete”. Il ritorno dei controlli interforze è una notizia da valutare in duplice chiave: quella relativa all’aumento di sicurezza a bordo dei mezzi Gtt per i dipendenti e i clienti e quella relativa alla possibilità di utilizzare con più facilità il pugno di ferro, laddove necessario, perseguendo così i “furbetti senza biglietto” e andando a recuperare risorse indispensabili per garantire il servizio.

“La riattivazione del servizio di controlleria, soprattutto in questo periodo di ripartenza, costituisce per Gtt  un’azione strategica e non differibile per due ragioni: l’esigenza di garantire il rispetto delle regole sanitarie dei passeggeri e gli incassi da proventi del traffico. Prima del Covid la stima è di 100 milioni di euro l’anno” ha ammesso l’assessore ai Trasporti Maria Lapietra.

I controlli interforze, due al mattino e due al pomeriggio sono ripartiti oggi in due postazioni a Porta Nuova e corso XI Febbraio. Presenti 4 controllori Gtt e 2 agenti della polizia municipale. Il risultato? 100 passeggeri controllati, di cui 20 senza biglietto e 80 provvisti di titoli di viaggio.

Nei prossimi giorni si aumenteranno le verifiche, arrivando a controllare fino a sei stazioni al giorno, di cui tre al mattino e tre al pomeriggio.

Andrea Parisotto

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium