/ Cronaca

Cronaca | 17 ottobre 2020, 16:22

Salvini a processo a Torino: rinviata l'udienza. L'avvocato: "In Piemonte troppi contagi, evitiamo rischi"

Il leader della Lega imputato per vilipendio dell’ordine giudiziario

Salvini a processo a Torino: rinviata l'udienza. L'avvocato: "In Piemonte troppi contagi, evitiamo rischi"

Matteo Salvini non parteciperà domani a Torino al processo che lo vede imputato per vilipendio dell'ordine giudiziario. L'avvocato del leader della Lega, Claudia Eccher, ha chiesto e ottenuto il rinvio dell'udienza al 18 gennaio. Il motivo? Troppi contagi da Covid-19 registrati negli ultimi giorni in Piemonte. "Non avevo intenzione di esporre a rischi me, il senatore Salvini, la scorta e i testimoni", spiega l'avvocato. I fatti contestati risalgono al febbraio 2016, quando durante un congresso regionale della Lega al palasport di Collegno, l’allora europarlamentare Salvini disse: “Difenderò qualunque leghista indagato da quella schifezza che si chiama magistratura italiana, che è un cancro da estirpare".

"La trasferta a Torino era già stata organizzata - aggiunge il legale - e Salvini mi aveva assicurato la sua presenza, ma dopo una valutazione complessiva ho inoltrato un'istanza di rinvio al giudice Roberto Ruscello, che ha condiviso l'esistenza di un'emergenza sanitaria".

Marco Panzarella

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium