/ Attualità

Attualità | 31 ottobre 2020, 17:18

Protesta contro la Regione che limita l'accesso alla pillola abortiva

Manifestazione in piazza Castello della rete nazionale dei centri antiviolenza

Protesta contro la Regione che limita l'accesso alla pillola abortiva

Presidio davanti alla sede della Regione Piemonte, a Torino, per contestare la Circolare di indirizzo sull'aborto farmacologico. Protagonisti la D.i.Re, rete nazionale dei centri antiviolenza, insieme al centro antiviolenza me.dea di Alessandria e alle donne di Non una di meno.

"La circolare annunciata dalla Regione limita fortemente l'accesso alla RU486, riservandolo solo agli ospedali e non ai consultori e, soprattutto, con un atto di sapore burocratico impone invece una misura dalla forte valenza politica, ovvero l'ingresso dei movimenti per la vita nelle strutture dove si pratica l'interruzione di gravidanza", afferma Antonella Veltri, presidente di D.i.Re. "Abbiamo visto come i movimenti per la vita colpevolizzano le donne per la decisione di interrompere la gravidanza", afferma Sarah Sclauzero, presidente di me.dea, "e questo atteggiamento è contrario allo spirito della legge 194 e alle disposizioni del Ministero della Salute sull'aborto farmacologico".

"L'autodeterminazione sul proprio corpo è il cuore della libertà di scelta delle donne e dell'uguaglianza di diritti sancita dalla Costituzione, nel riconoscimento della differenza di genere", ribadisce Antonella Veltri. "L'ingresso delle organizzazioni pro vita nelle strutture sanitarie dove le donne avviano il percorso di interruzione della gravidanza riafferma il potere patriarcale di controllo sul corpo delle donne che è alla radice della violenza contro le donne".

"Contesteremo questa circolare con tutte le nostre forze", conclude Anna Maria Zucca, presidente dei centri antiviolenza EMMA di Torino e consigliera di D.i.Re per il Piemonte, "anche per evitare un pericoloso precedente che dalla Regione Piemonte possa estendersi ad altre amministrazioni sanitarie".

Marco Panzarella

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium