/ Politica

Politica | 05 dicembre 2020, 15:17

Elezioni Torino 2021, anche l'ex governatore Ghigo scende in campo per Damilano: "L'uomo giusto per un centrodestra vincente"

Poi l'invito ai partiti: "Se vogliono avere l'opportunità di vincere occorre presentarsi uniti e coesi, ad incominciare dalla scelta del proprio candidato". Anche Ricca e Allasia sostengono la corsa dell'imprenditore

Elezioni Torino 2021, anche l'ex governatore Ghigo scende in campo per Damilano: "L'uomo giusto per un centrodestra vincente"

Se i partiti del centrodestra (Lega esclusa) hanno accolto con una certa freddezza la sua discesa in campo, sottolineando che sarà "una risorsa in più", Paolo Damilano - che ieri ha annunciato l'intenzione di correre come candidato sindaco per il centrodestra alle elezioni comunali di Torino del 2021 - incassa l'endorsment di un altro big della politica piemontese, dopo quello di Alberto Cirio.

Per l'imprenditore si è speso, oltre all'attuale Presidente della Regione, anche l'ex governatore Enzo Ghigo, che aveva guidato il Piemonte dal 1995 al 2005: "I torinesi dovranno purtroppo fare i conti con un futuro pieno di difficoltà dovute alla scia nefasta che il Covid lascerà, per questo servirà un sindaco credibile e competente, con esperienze nel mondo del lavoro e dell'impresa, che voglia unire e non dividere. Ritengo che Paolo Damilano sia la figura adatta".

Ghigo (che oggi è Presidente del Museo del Cinema di Torino) ha poi aggiunto: "Damilano è un forte candidato civico ideale per il centrodestra che, se vuole avere l'opportunità di vincere, deve presentarsi unito e coeso a incominciare dalla scelta del proprio candidato, in grado di offrire un progetto politico autorevole e una visione per la Torino dei prossimi anni. E sono convinto che, una volta eletto, Damilano sarebbe l'ideale sindaco di tutti i torinesi, capace di un approccio diretto nei confronti dei tanti problemi irrisolti della città".

Ghigo ha spiegato perché Damilano sarebbe la scelta vincente. "Dopo decenni di amministrazioni di sinistra e gli ultimi cinque anni di sostanziale stagnazione pentastellata, i torinesi hanno bisogno di un governo civico in sintonia con il mondo produttivo locale, con quelle realtà che, se non si risolleveranno dalla difficile situazione attuale, manderanno in crisi l'intero sistema economico e sociale torinese. Ed allora saranno guai ancora più seri per tutti", ha concluso l'ex governatore del Piemonte.

Anche il presidente del Consiglio regionale del Piemonte, Stefano Allasia, ha 'benedetto' la discesa in campo di Damilano: "Dopo decenni di oblio e declino con amministrazioni  di sinistra e negli ultimi cinque anni con quella grillina, Torino con la candidatura a Sindaco di Paolo Damilano può finalmente risorgere.  La sua discesa in campo non può che essere un’ottima notizia, un candidato civico forte per un centrodestra che se vuole vincere deve presentarsi unito e coeso. E' l’uomo giusto, un imprenditore di successo  che può mettere le sue competenze a disposizione per un rilancio internazionale del capoluogo piemontese".

Sulla stessa falsariga anche l'assessore regionale Fabrizio Ricca: "La scelta di Paolo Damilano di mettersi a disposizione della comunità e della città di Torino è un'ottima notizia. Quando una società civile che ha saputo ottenere tanto con il suo lavoro decide di condividere le sue competenze - aggiunge - ne guadagna la democrazia".

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium