/ Cronaca

Cronaca | 12 gennaio 2021, 10:27

Il suo padrone muore e lui rimane solo in casa per un mese: la polizia municipale salva un gattino a Borgo Dora

Il micio si era nascosto quando i necrofori avevano portato via l'uomo, recuperando solo l'altro felino. I vicini hanno chiesto aiuto dopo aver sentito i continui lamenti della bestiola

Gatto in una gabbietta

Il gatto è rimasto chiuso in una casa disabitata dopo la morte del padrone

E' sopravvissuto per circa un mese cibandosi dello zucchero che aveva trovato all'interno di una zuccheriera e bevendo le poche gocce che cadevano dal rubinetto. Ma alla fine a salvarlo sono stati gli uomini della Polizia Municipale, chiamati dai vicini che per molti giorni hanno sentito i miagolii strazianti della bestiola. 

Si è conclusa così la disavventura di un micino che era abituato a vivere in un alloggio di via Borgo Dora con il suo padrone e con un altro gatto. Quando però, circa un mese fa, il suo padrone è morto, alla vista degli addetti delle onoranze funebri che lo portavano via, il piccolo si è nascosto da qualche parte senza farsi più trovare, mentre l'altro animale è stato recuperato.

Era il 18 dicembre e da quel momento del cucciolo non ci sono state più notizie. L'idea è che fosse scappato, nella confusione. Era invece rimasto intrappolato in casa, fino a quando alcuni vicini hanno sentito i suoi lamenti sempre più forti e strazianti e hanno chiesto aiuto ai vigili urbani.

Il gatto è stato così tratto in salvo e affidato alle cure del veterinario che - nonostante le ultime settimane difficili trascorse isolato in una casa disabitata - lo ha trovato in buona salute. 

M.Sci

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium