/ Politica

Politica | 25 gennaio 2021, 19:51

Il taglio ai partiti fa litigare Pd e M5s. Lo Russo: "Gli staffisti della Giunta costano 1,76 milioni di euro"

La proposta del consigliere Fornari di spostare 75mila euro dai gruppi consiliari al fondo di Torino Solidale trova l'opposizione del capogruppo Pd: "Ci sono 45 persone nello staff di questa Giunta"

La Sala Rossa, sede del Comune di Torino

La Sala Rossa

I costi della politica fanno litigare la politica torinese. Bagarre in Sala Rossa, dove i consiglieri del M5s si sono scontrati virtualmente con il capogruppo del Partito Democratico Stefano Lo Russo.

Il motivo? L’emendamento al bilancio di previsione finanziario 2021-2023 presentato da Antonio Fornari in cui si propone di spostare una quota pari a 75mila euro dai fondi stanziati ai gruppi consiliari alla rete di Torino Solidale: "Le spese dei gruppi si sono ridotte sensibilmente, si lavora poco in ufficio. Ho visto che nel 2020 tutti i partiti hanno speso meno dello stanziato".

Un taglio non compreso dal capogruppo del Partito Democratico Stefano Lo Russo, che ha puntato l’indice contro gli alti costi dello staff della Giunta Appendino. Numeri che, a detta dell’esponente dem, stridono con la richiesta di ridurre i fondi ai gruppi consiliari: "Questa Giunta ha in capo 45 staffisti assunti con l’articolo 90 per un costo totale di 1.767.288 euro nel 2020. Appendino ha sette staffisti per una spesa di 367.348 euro, Lapietra sei per un costo di 181.226 euro". "Nessuno si è ridotto lo stipendio, neanche in piena pandemia. Fornari arriva qui a spiegarci che taglia i fondi di 75.000 euro, mentre la gente non arriva alla fine del mese".

Inevitabilmente, l’intervento del capogruppo del Pd ha suscitato la rabbia dei consiglieri pentastellati: "Ogni volta la polemica sugli staffisti, basta. Alcuni staffisti sono dipendenti della Città di Torino, ma assunti con articolo 90: questo è il giochino di Lo Russo", ha affermato il consigliere Fabio Versaci. "Il problema è che non bisogna toccare i partiti, che vengono prima di qualsiasi cosa. Anche delle persone in difficoltà", è il commento sibillino di Massimo Giovara.

L'assessore al Bilancio Sergio Rolando, prima che l'emendamento venisse poi approvato, ha ricordato come in termini di costi della politica, l’attuale sindacatura abbia permesso di ridurre i costi da 15 a 11 milioni di euro. Di certo, nel 2021 i partiti avranno in complessivo 75.000 euro in meno che verranno destinati al fondo di Torino Solidale.

Andrea Parisotto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium