/ Cronaca

Cronaca | 19 aprile 2021, 10:35

Addio al sindaco di Rivalta, sconfitto da un tumore. La Città: "Organizzeremo il saluto che merita di ricevere"

Nicola De Ruggiero aveva annunciato la malattia lo scorso gennaio. Ex assessore regionale della giunta Bresso, era già stato primo cittadino a Rivalta dal 1993 al 2002. Appendino: "La sua vita dedicata con passione e abnegazione alla Cosa Pubblica"

Nicola De Ruggiero, sindaco di Rivalta morto nel 2021

Il sindaco di Rivalta, Nicola De Ruggiero

È morto nella notte Nicola De Ruggiero. Il sindaco di Rivalta aveva 67 anni e da alcuni mesi combatteva un tumore, come lui stesso aveva annunciato lo scorso gennaio.

Ad annunciarlo è stato, con un video sul profilo Facebook dell'Amministrazione comunale, il vicesindaco Sergio Muro: "Negli ultimi giorni le condizioni di salute del nostro sindaco si sono improvvisamente aggravate - dice - e poche ore fa è venuto tristemente a mancare". "Il primo cittadino - afferma Muro - stava combattendo con forza tenacia e ottimismo una difficile battaglia contro il male che lo aveva colpito alla fine dello scorso anno. Questa notizia ci rattrista ci lascia sgomenti e con un vuoto profondo nei prossimi giorni di intesa con la famiglia organizzeremo il saluto che merita di ricevere e che siamo certi Rivalta vorrà tributargli".

Laureato in Medicina con una specializzazione in Malattie Infettive e Sanità Pubblica, De Ruggiero era dirigente della Asl To 3 ed era già stato sindaco di Rivalta dal 1993 al 2002 e assessore all'Ambiente della Regione Piemonte dal 2005 al 2010 nella Giunta di Mercedes Bresso.

"La scomparsa di Nicola De Ruggiero - ha commentato la sindaca di Torino Chiara Appendinolascia un profondo vuoto. La sua è stata una vita dedicata con passione e abnegazione alla Cosa Pubblica. Siamo vicini alla famiglia, ai suoi cari e a tutta la comunità di Rivalta".

"Coloro che lo hanno conosciuto - ha poi aggiunto il presidente del Consiglio regionale del Piemonte, Stefano Allasia, a nome di tutta l'Aula che presiede - ricordano la dedizione e l’impegno con cui ha ricoperto i suoi incarichi istituzionali".

"Nicola era un uomo generoso, che tutti e tutte abbiamo incontrato nelle strade e nelle piazze in cui si facevano banchetti e volantinaggi per intere giornate, perché lui era così: sempre 'di turno', sempre 'engagé'", scrivono in un toccante ricordo Roberto BacchinFiammetta Rosso e Marco Grimaldi di Sinistra Italiana. "Un amico che tutti e tutte abbiamo abbracciato perché era un uomo caloroso, partenopeo fino al midollo, amabilmente fisico; un compagno con cui ciascuno di noi almeno una volta si è fatto una risata, una chiacchierata, una bevuta, perché sapeva che la militanza non può essere se non è fatta di amicizia, momenti conviviali, buonumore, umorismo. Sindaco, consigliere regionale, assessore regionale all'ambiente: la sua esperienza di rappresentante nelle istituzioni e amministratore pubblico è stata lunga e apprezzata".

"Esprimiamo profondo cordoglio per la scomparsa di Nicola De Ruggiero", hanno invece scritto i consiglieri regionali del Partito Democratico. "La notizia della sua morte lascia in noi una grande tristezza e un vuoto profondo. Lo ricordiamo con affetto per l’impegno profuso nelle Istituzioni e nella politica, per la sua intelligenza e per la sua dedizione. Mancheranno il suo coraggio e la sua determinazione. Ci stringiamo alla famiglia in questo momento di dolore".

Uncem ha invece ricordato il De Ruggiero assessore all'Ambiente: "Lascia tanti ricordi e anche un monito di impegno e passione a tutti i colleghi. Da assessore ha collaborato con Uncem lavorando intensamente su molti fronti e anticipando di fatto una transizione ecologica che vede il Piemonte protagonista anche grazie al suo impegno".

"Se ne è andato un altro sindaco, una persona di valore. Siamo profondamente addolorati e ci stringiamo, con grande affetto, attorno alla famiglia di Nicola De Ruggiero e alla comunità di Rivalta di Torino per la perdita dell'uomo, del sindaco e del professionista. Oggi, con la sua scomparsa, Rivalta e il Piemonte sono indubbiamente più poveri". Così il sindaco di Vercelli e presidente di ANCI Piemonte, Andrea Corsaro, a nome del comitato direttivo dell’associazione dei Comuni.

 

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium