/ Eventi

Eventi | 29 maggio 2021, 18:13

Dal 5 giugno parte la stagione estiva nell'Arena per famiglie della Casa del Teatro

Oltre 50 appuntamenti fino al 19 settembre. Il direttore artistico Bronzino: "Un'occasione non soltanto di spettacolo, ma anche di incontro e socialità"

In viaggio con il Piccolo principe

La stagione si apre con "In viaggio con il Piccolo principe", di Luigina Dagostino

Dopo i quattro fine settimana dell'Anteprima di Maggio, che hanno visto la riapertura delle sale teatrali di Corso Galileo Ferraris, parte la stagione estiva all'aperto della Casa del Teatro. Sede principale degli spettacoli, l'Arena all'aperto inaugurata un anno fa, riallestita per diventare un luogo ideale per ritrovarsi dopo il lockdown in piena sicurezza.  

“Il titolo che avviamo voluto dare a questa nuova stagione estiva”, dichiara il direttore artistico Emiliano Bronzino “è VEDIAMOCI A TEATRO, per descrivere il nostro desiderio di offrire al pubblico un'occasione non soltanto di spettacolo, ma anche di incontro e socialità. Gli artisti della Fondazione TRG non vedono l'ora di tornare in scena con le nostre ultime produzioni, e sono in programma collaborazioni con enti di rilevanza nazionale, tanto nel campo del Teatro per le Nuove Generazioni, quanto in quello della Musica (classica e contemporanea) e della Danza”. 

Dal 5 giugno al 19 settembre si potrà assistere a oltre 50 appuntamenti, compresi gli spettacoli in anteprima che vedremo a settembre al Festival Giocateatro e quelli del Festival Interplay e del Torino Fringe Festival.

“Vogliamo che la Casa del Teatro diventi davvero uno dei luoghi di ripartenza della cultura torinese”, spiega Alberto Vanelli, presidente della Fondazione TRG: “un palcoscenico abitato da artisti e pubblici diversi, non soltanto un luogo dove darsi appuntamento e riscoprire la voglia di incontrarsi, ma anche un motore per generare nuove opportunità per il settore dello spettacolo dal vivo”.

La stagione si apre sabato 5 giugno, ore 18, con In viaggio con il Piccolo principe, l'ultimo spettacolo scritto e diretto da Luigina Dagostino, venuta a mancare lo scorso aprile. “Abbiamo voluto dedicare l'inaugurazione del programma estivo della Casa del Teatro”, aggiunge Vanelli, “a una delle colonne portanti del teatro ragazzi torinese, cofondatrice della Fondazione TRG Onlus, attrice, regista e direttrice della scuola di recitazione della Casa del Teatro”.  Lo spettacolo, che vede in scena Claudio Dughera, Claudia Martore e Michele Puleio, sarà replicato domenica 6, sabato 12 e domenica 13 giugno, sempre alle ore 18.00.

I pomeriggi del weekend saranno dedicati innanzitutto alle famiglie, con rappresentazioni caratterizzate da linguaggi differenti, pensate per pubblici appartenenti a diverse fasce di età.

Sempre per il pubblico delle famiglie, il venerdì verrà proposto GEOMETRIE A TEATRO, un nuovo progetto di Fondazione TRG Onlus e Unione Musicale Onlus in cui, con il coinvolgimento di giovanissimi e talentuosi musicisti, Pasquale Buonarota e Alessandro Pisci racconteranno l’energia, la passione, le relazioni e le emozioni che nascono dal fare musica, da soli e insieme, con appuntamenti dedicati allo strumento solista, al duo, al trio, al quartetto.

La Casa del Teatro, inoltre, intende rivolgersi ai ragazzi e ai giovani dai 15 anni in su, e ovviamente a tutto il pubblico, con appuntamenti dedicati alla comicità - al maschile e al femminile - alla musica d’autore, alla danza e al teatro civile.

Ecco una carrellata degli spettacoli in programma, suddivisi per tipologia:

Tra gli spettacoli per le famiglie TUTTI A TEATRO previsti nei pomeriggi del fine settimana, SONIA E ALFREDO un posto dove stare della compagnia d’ombre Teatro Gioco Vita, una storia di amicizia in cui spiccano le figure dal tratto semplice ma potentemente evocativo di Catherine Pineur; COCCOLE, liberamente ispirato al racconto illustrato Abbracciami di Jeanne Willis e Tony Ross e LA STORIA DI PIERINO E IL LUPO, dove la parola, il corpo, la danza e le immagini si fondono con la partitura di Sergej Prokofiev, entrambe produzioni di TIB Teatro. Il vincitore del Premio Scenario Infanzia 2017, DA DOVE GUARDI IL MONDO? coproduzione di Compagnia Abbondanza Bertoni e La Piccionaia, dedicato alla necessità di rispettare la diversità e i tempi di apprendimento di ciascun bambino; IN BOCCA AL LUPO! di Fontemaggiore, un viaggio di crescita nel paesaggio di un bosco, con i suoi incontri e i suoi abitanti. Assisteremo poi all’antica fiaba popolare inglese di JACK E IL FAGIOLO MAGICO di Accademia Perduta/Romagna Teatri, e alla carrellata di canzoni, filastrocche e filastorie originali di Silvano Antonelli, “protagoniste” di CANZONCINE UN PO’ BAMBINE di Unoteatro/Stilema.  PER QUESTO, della Compagnia Eleonora Frida Mino narra la storia di Giovanni Falcone e del pool antimafia; in AZZURRA E SOLE di Onda Teatro, due amiche inseparabili imparano a conoscere e sentire l'altro da sé attraverso il linguaggio del teatro-danza. 

Infine, non può mancare, in questa rassegna, MARCO POLO E IL VIAGGIO DELLE MERAVIGLIE della Fondazione TRG Onlus, lo spettacolo tratto da Il Milione sul tema dell'esplorazione, della conoscenza e del meraviglioso, che proprio 10 anni fa diede il via al fecondo sodalizio artistico tra Luigina Dagostino e gli attori Claudio Dughera, Daniel Lascar e Claudia Martore.

Il venerdì, come si è detto, verrà proposto GEOMETRIE A TEATRO, un nuovo progetto della Fondazione TRG Onlus e Unione Musicale Onlus, con Pasquale Buonarota e Alessandro Pisci e con alcuni giovanissimi e talentuosi musicisti, per esplorare la magia del suonare insieme, con il pubblico e con altri musicisti.

Nei sabato sera di giugno, ragazzi, giovani e adulti potranno assistere a 4 serate di COMICI A TEATRO, presentati in collaborazione con il Teatro della Caduta, con quattro stili diversi di humour: quelli Davide Demasi in arte Mr. David, Giorgia Fumo, Giorgia Goldini e Francesco Giorda, impegnati in 4 monologhi la cui peculiarità è quella di far ridere con poco: un microfono, una parola, un oggetto.

Questa estate ampio spazio anche alla musica, non solo quella classica, con CANTAUTORI A TEATRO in collaborazione con Fondazione Via Maestra - Teatro Concordia Venaria Reale e con la direzione artistica di Mirco Repetto dell’Associazione Soundset Torino. I protagonisti dei 3 sabato sera di luglio sono Cristiana Verardo e Gnut, Colandrea e Chiara Effe, The Niro + Rosita, giovani artisti che nel corso della loro carriera hanno già condiviso il palco con nomi illustri del panorama musicale mondiale, nonché vincitori e vincitrici di premi importanti e riconoscimenti di grande prestigio nel cantautorato contemporaneo quali il Premio De André, Musicultura e il Premio Bianca D’Aponte.

Per la sezione di DANZA A TEATRO la compagnia EgriBiancoDanza presenta APPALACHIAN SPRING, un balletto creato nel 1944 dal compositore Aaron Copland e dalla grande coreografa Martha Graham, caratterizzato dalla forte impronta di un'America del XIX secolo, in cui Raphael Bianco ripropone e attualizza il tema dell’errare, come era appunto costume dei pionieri, coraggiosi esploratori impegnati in un cammino difficile e appassionante verso l’ignoto. Inoltre, nell’ambito di INTERPLAY 2021, la Casa del Teatro ospita EVENTO del duo Jari Boldrini e Giulio Petrucci - premio Danza&Danza come interpreti emergenti nel 2020 -, un’esperienza del corpo senza nessun tipo di filtro grazie al fulmineo scambio di informazioni del duo, dove i tempi ritmici rispondono ad un impulso visivo e la geometria dello spazio muta ripetutamente.

Per il teatro d’impegno civile, sono due le proposte nella sezione RIFLETTERE A TEATRO. La prima è LUCE 26692 di Associazione Liberamenteunico, una creazione di Barbara Altissimo che traspone le memorie di Elena Recanati - torinese classe 1922, ebrea, deportata e sopravvissuta - in uno spettacolo che include le testimonianze di contemporanei che, con diversa modalità, hanno vissuto episodi di esclusione ed emarginazione. La seconda è GIAN RENZO MORTEO, FARE A PEZZI IL TEATRO di Compagnia Marco Gobetti e Istituto per i Beni Marionettistici e il Teatro Popolare, una lezione recitata che ci spinge a indagare sulla natura sociale e intrinsecamente pedagogica del teatro, e a interrogarci sulla sua utilità politica.

Infine, a settembre, nell’ambito della venticinquesima edizione del Festival di teatro per le nuove generazioni GIOCATEATRO TORINO, saranno programmati nei fine settimana cinque spettacoli per le famiglie: dal debutto assoluto di MASKERRANDO, Storie di teatro e di balene della Fondazione TRG Onlus e Cie Nino D’Introna, testo di Paola Mastrocola, un viaggio iniziatico nel Teatro per raccontare il Teatro come luogo dove tutto è possibile, a MI ABBATTO E SONO FELICE di Mulino ad Arte, ispirato alla Decrescita felice di Maurizio Pallante: una narrazione che fa la spola fra un passato intriso di freschezza e genuinità e un presente frenetico e stanco di correre.  CENERENTOLA Rossini all’Opera (Fondazione TRG Onlus) di Pasquale Buonarota, Nino D’Introna e Alessandro Pisci, ci offre una Cenerentola nuova, moderna e disincantata, come lo è la musica del maestro pesarese. LA PIRAMIDE INVISIBILE Alla scoperta dell’Antico Egitto, è la coproduzione di Fondazione TRG Onlus e Teatro della Caduta in cui Francesco Giorda, nella veste di un bizzarro archeologo, conduce il pubblico in un vero e proprio viaggio nel tempo. LUNA DELLE MIE BRAME, monologo di e con Giorgia Goldini (Fondazione TRG Onlus) affronta, da un insolito punto di vista, importanti temi come il coraggio e la paura.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium