/ Politica

Politica | 11 giugno 2021, 17:18

Primarie, la sfida di Tresso: “No a remake di vecchi film, servono nuovi interpreti e nuove storie”

Il candidato civico: “Comunque vada, il nostro è un progetto a lungo termine”

Francesco Tresso

Tresso: “No a remake di vecchi film, servono nuovi interpreti e nuove storie”

Nuovi volti, nuovi temi, nuove modalità di approccio alla cittadinanza, nuovo modo di fare comunicazione. Se si dovesse riassumere in una sola parola la campagna elettorale di Francesco Tresso, quella sarebbe senza dubbio (come ribadito più volte da lui stesso) innovazione.

No a remake di 'vecchi film di successo'

Il candidato civico, in attesa dell'esito delle urne, riafferma la necessità di voltare pagina : “Il centrosinistra – dichiara – non può pensare a un remake di un vecchio film di successo, ma ha bisogno di interpreti nuovi e storie nuove con l'obiettivo di battere la destra senza rinnegare i risultati della propria esperienza di governo. Non dobbiamo essere un centro di potere ma aprirci attraverso una forma di politica ampia e capace di coinvolgere pezzi di città che per anni si sono sentiti esclusi”.

Progetto politico a lungo termine

Per farlo, Tresso esprime la volontà di intraprendere un progetto a lungo termine che prosegua oltre la corsa a Palazzo Civico: “Proporremo - prosegue – una lista civica aperta che, richiamandosi al concetto di cittadinanza attiva, provi a ridare speranza e rinnovamento al centrosinistra. Comunque vadano le primarie, a partire da domenica prenderà il via un progetto politico che punti alla rappresentanza alle elezioni di ottobre ma sappia guardare oltre assumendo le sembianze di un laboratorio; il mio punto di forza è sicuramente rappresentato dall'esperienza maturata al di fuori del contesto politico unita a quella in Consiglio Comunale negli ultimi 5 anni”.

Entusiasmo ed attestati di stima

Secondo Tresso, a testimoniare la bontà della propria proposta sono soprattutto le numerose adesioni ricevute dentro e fuori il mondo politico: “In pochissimo tempo - commenta – intorno a noi si sono creati un entusiasmo, una mobilitazione e una partecipazione che non ci aspettavamo. A questo si sono aggiunti numerosi attestati di stima da parte di figure autorevoli del centrosinistra come Mauro Salizzoni, Fabrizio Barca ed Elly Schlein. Per coinvolgere i nostri sostenitori abbiamo appositamente scelto, anche per motivi ecologici, di non stampare manifesti elettorali, puntando sulla relazione e muovendoci a piedi o in bici”.

Marco Berton

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium