/ Cronaca

Cronaca | 14 giugno 2021, 20:06

Migrante suicida, il Garante in visita al Cpr: "Molte criticità"

All'interno della struttura la tutela della salute è apparsa "gravemente deficitaria". Ne è stata informata la procuratrice capo di Torino, Anna Maria Loreto

Migrante suicida, il Garante in visita al Cpr: "Molte criticità"

Una delegazione del Garante nazionale delle persone private della libertà ha visitato il Centro di permanenza per i rimpatri (Cpr) di Torino per acquisire informazioni e documenti relativi al recente suicidio nella struttura di Moussa Balde.

La delegazione - composta dal Mauro Palma ed Emilia Rossi, presidente e componente del Collegio del garante, ed Elena Adamoli, componente dell'ufficio - si è anche incontrata con la procuratrice capo di Torino, Anna Maria Loreto, per riferirle le proprie valutazioni in merito alla vicenda.

Molte le criticità rilevate dal garante nella struttura tra cui "le degradate condizioni" in cui versa l'area del cosiddetto Ospedaletto, l'area per le persone più fragili. "La tutela della salute è apparsa gravemente deficitaria soprattutto per quanto riguarda l'assistenza delle persone affette da un disagio psichiatrico che attendono settimane e forse anche mesi prima di essere visitate da un medico specialista".

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium