/ Politica

Politica | 15 giugno 2021, 11:14

Boni: "Lo Russo aggreghi l'area liberale, altrimenti il centrosinistra perde le Comunali"

"Serve una leadership condivisa, non alleanze con i Cinque Stelle: si offrirebbe il fianco a Damilano. Io? Non so se mi candiderò"

Due persone sedute a un tavolo con striscione politico alle spalle

Igor Boni ha preso parte alle Primarie del centrosinistra per selezionare il candidato sindaco per Torino

"Il centrosinistra deve provare a costruire a Torino una leadership condivisa: Lo Russo deve riuscire ad aggregare quell'area liberale, che in città esiste e deve essere rappresentata. Non vinceremo le elezioni se non si crea quell'area liberal-democratica, che in questa città ha una storia molto grande: non sono venuti a votare nel weekend. La priorità ora è costruire quella gamba". È questo l'appello che Igor Boni lancia a Stefano Lo Russo, a due giorni dalla vittoria di quest'ultimo alle Primarie. 

Boni: "Lo Russo non ragioni come uomo solo al comando" 

L'esponente dei Radicali, in corsa anche lui alle consultazioni dem, ha ottenuto il quarto posto con 257 preferenze, pari al 2.28% del totale. Ed il fatto che il centrosinistra abbia scelto il proprio candidato con le Primarie è una vittoria per Boni, che da un anno chiede di usare questo strumento. "Noi le chiedevamo - sottilinea - consapevoli che le chance di vittoria erano nulle o quasi: in questa situazione sfilacciata erano il metodo migliore per una candidatura unitaria. Ora Stefano Lo Russo ha il pallino in mano, ma non può ragionare come un uomo solo al comando". Boni ha poi auspicato un incontro con gli altri quattro candidati alle Primarie "sarebbe opportuno e positivo parlarsi". 

"No ad alleanze M5S, si offrirebbe il fianco a Damilano" 

E sulle possibili alleanze, l'esponente dei Radicali torna a ribadire quanto detto in questi mesi, cioè il no a convergenze con il M5S perché "No a alleanze organiche coi 5 stelle no e "si offrirebbe il fianco a Damilano". 

"Non so se mi candido" 

Su una sua candidatura alle Comunali, Boni al momento non si sbilancia. "Non so se mi candiderò: il mio obiettivo era mettere in risalto che Torino ha bisogno di rilancio, trovare un modo per fermare quei 5mila ragazzi che studiano qua e vanno via. Non escludo di candidarmi, ma non è sicuro che accada". 

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium