/ Eventi

Eventi | 24 novembre 2021, 12:06

Alle Ogr Cult, la foresta di microfoni di Davide Boosta Dileo accoglie e registra le voci dei visitatori

Inaugurata l'installazione "Mangroove" del musicista e fondatore dei Subsonica

Alle Ogr Cult, la foresta di microfoni di Davide Boosta Dileo accoglie e registra le voci dei visitatori

Un foresta dispotica dove al posto delle piante ci sono microfoni che quasi minacciosi aspettano di ascoltare le voci del pubblico per poi registrarle e rilanciarle in loop all’interno delle Org Torino. 

 

“Mangroove” è l’opera inaugurata ieri da Davide Boosta Dileo. Il membro fondatore dei Subsonica si è esibito in una performance musicale e ha presentato la sua installazione. 

"Se siete nervosi per qualcosa, trasformatelo in un urlo e gridatelo alle piante" spiega Dileo.

Un’ipertecnologica foresta di microfoni sempre in ascolto dunque che diffonde un flusso sonoro ininterrotto, sempre differente, accompagnato da immagini video, che cambiano insieme al variare delle condizioni dell’ambiente circostante.

ManGroove appartiene al più ampio progetto de La botanica del suono, naturale esito del percorso creativo trasversale ed eclettico di Davide Dileo, in cui la musica prende forma e corpo,superando i confini delle diverse discipline e innescando la creazione di opere ispirate a una visione olistica dove uomo, tecnologia e natura sono parti integranti di un unico sistema sinergico.

Nel percorso tracciato da La botanica del suono, ManGroove ri/costruisce una foresta ispirata alla natura, ma distopica per materiali e funzioni. Ricettive e proattive, le apparecchiature tecnologiche si presentano come elementi organici, capaci di modificare l’ambiente e la sua percezione, attraverso un dialogo e uno scambio sonoro, costante e sempre aperto.

Chiara Gallo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium