/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 01 dicembre 2021, 11:04

Ance Torino, arriva la conferma per il presidente Mattio: "Dopo le difficoltà, ora crescita e sviluppo"

Previsioni positive dal settore, ma restano criticità sui prezzi dei materiali e sulla manodopera specializzata

Antonio Mattio

Antonio Mattio confermato ai vertici di Ance Torino

Conferma ai vertici del mondo dei costruttori torinesi. Il presidente di Ance Torino resta infatti Antonio Mattio, in un periodo in cui il mondo dell'edilizia spera di aver chiuso il capitolo della crisi e di aver aperto quello della ripartenza, anche grazie agli incentivi e ai (super)bonus previsti dalla legge. 
Posso dire di cominciare di fatto un nuovo periodo rispetto al precedente, lo shock che tutti abbiamo subito con la pandemia, ha sicuramente portato ad un bivio il settore. Sto finalmente sentendo i nostri associati – nonostante tutte le difficoltà del periodo - avere più fiducia nel futuro, si torna ad investire nelle proprie aziende. Auspichiamo che il nostro settore possa occupare il ruolo di rilievo che merita, anche al termine delle misure di emergenza”, dice Mattio.

Dopo la crisi ultradecennale che ha colpito il settore delle costruzioni e la pandemia, i dati elaborati per il secondo semestre 2021 mettono in evidenza aspettative positive rispetto ai sei mesi precedenti. Anche se si confermano il caro materiali e la carenza di manodopera specializzata.

I dati dell’indagine congiunturale ANCE Piemonte per il secondo semestre 2021 hanno evidenziato per le imprese di Torino un miglioramento delle previsioni sul fatturato e sull’occupazione, la quota di imprese che intende effettuare investimenti aumenta (56,2% contro il 42,3% del primo semestre 2021 delle imprese del campione), le difficoltà di reperimento di manodopera qualificata e generica aumentano e interessano rispettivamente il 56,3% e il 34,4% delle imprese del campione (nell’indagine precedente erano il 42,3% e il 23,1%) e i tempi medi di pagamento dei committenti totali diminuiscono leggermente (80,4 giorni, nel semestre precedente erano 90,3 giorni) mentre quelli pubblici aumentano (76,6 giorni contro i 61,4).

Non dobbiamo pensare che il settore sia in una fase di rilancio senza preoccupazioni - continua Mattio -: la battaglia per la proroga del Superbonus è stata importante, e oggi la misura si sta rivelando efficace grazie alle semplificazioni introdotte con il DL 77/2021. Stiamo lavorando anche a livello di Associazione nazionale per il futuro, in modo che il settore non venga dimenticato. In particolare, abbiamo richiesto che il nuovo “DL Antifrodi”, sia messo in attuazione senza ingessare il mercato e solo per gli interventi che devono ancora partire”.

Per quanto riguarda il Superbonus 110%, il Piemonte si colloca nelle prime otto posizioni in termini di numero di interventi e nelle prime sette posizioni per gli importi 

Da febbraio 2021 a ottobre 2021, il numero degli interventi e gli importi hanno continuato a registrare una progressiva crescita. In Piemonte, al 31 ottobre rispetto al 30 settembre, il numero di interventi ha registrato un aumento del 27,3% mentre gli importi sono cresciuti del 38%. Circa il 50% degli interventi sono realizzati nella Città Metropolitana di Torino. 

In merito al mercato immobiliare residenziale nel secondo trimestre 2021 le compravendite di edilizia residenziale nella città di Torino sono state 4.162: +18,4% rispetto al primo trimestre 2021. Rispetto allo stesso trimestre dell’anno scorso, le compravendite sono aumentate del 55%. Mentre per quanto riguarda le opere pubbliche, al 31 ottobre 2021, sono stati pubblicati in provincia di Torino bandi per un importo pari a circa 195 milioni di euro (fonte Osservatorio Regionale OO.PP.): dato non corrisponde al percepito dalle imprese a causa dell’aumento del numero delle procedure negoziate che non vengono pubblicizzate sui siti istituzionali e che quindi vengono sottratte non solo alla concorrenza, ma anche al principio di trasparenza. 

"In questi anni abbiamo cercato, come squadra di Presidenza, di intensificare i rapporti con il sistema ANCE per contribuire, ulteriormente, allo sviluppo del settore grazie all’esperienza maturata sul territorio – conclude Mattio -. Auspichiamo che questa ripresa post pandemica si consolidi e possa portare dei benefici diffusi, anche grazie agli investimenti del PNRR, non solo nel bene-casa, ma nell’intero settore delle infrastrutture”.

Contemporaneamente alla nomina di Antonio Mattio l’Assemblea ha eletto la nuova squadra:

Vice presidente con delega Relazioni Industriali e Affari Sociali: Chiara Borio 

Vice presidente con delega Rapporti Interni: Federico Menaldo  

Vice presidente con delega Opere Pubbliche: Elena Capitolo   

Vice presidente con delega Centro Studi: Filippo Fantini 

Vice presidente con delega Edilizia e Territorio: Paola Orsini   

Vice presidente con delega Tecnologia e Innovazione: Patrizia Mattioda

Tesoriere: Marco Rosso

Massimiliano Sciullo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium