/ Eventi

Eventi | 02 dicembre 2021, 18:24

Golf, a Torino il World University Championship Golf: appuntamento dal 20 al 23 luglio al Royal Park I Roveri

D'Elicio: "Siamo felici di aver portato a Torino un altro evento di grande importanza, il primo che ci avvicina all'Universiade invernale del 2025"

Golf, a Torino il World University Championship Golf: appuntamento dal 20 al 23 luglio al Royal Park I Roveri

Andranno in scena dal 20 al 23 luglio i World University Championship Golf 2022 di Torino, la 18esima edizione della manifestazione nata nel 1986 per volere di Primo Nebiolo, allora Presidente FISU nonché del CUS Torino.

Sarà la quarta volta in cui la massima competizione mondiale universitaria di golf avrà luogo in Italia, dopo le prime due edizioni di Cagliari e quella del 2006, anche in quel caso organizzata da Torino. Il campo gara sarà quello del Royal Park I Roveri di La Mandria, già palcoscenico di quattro Open d'Italia e di molte altre competizioni internazionali. L'evento rientra nell'ambito delle manifestazioni internazionali organizzate dal CUS Torino che porteranno ai Giochi Mondiali Universitari Invernali 2025, insieme ai Campionati Mondiali Universitari di Ski Orienteering 2024, e sarà anche l'occasione per lanciare la Ryder Cup 2023, in programma a Roma. Questo evento sarà inoltre incluso tra i prestigiosi tornei che contribuiscono a stabilire il World Amateur Golf Ranking. L'obiettivo sarà quello di superare i record di partecipazione sia per quanto riguarda le Federazioni iscritte che per il numero di atleti e addetti. Questo già era successo in parte nel 2006, quando non ci furono più Federazioni iscritte rispetto alle 21 che presero parte all'edizione di Losanna 1996 (si fermarono a 17) ma venne stabilito il record nel numero dei partecipanti totali: 174. I nuovi numeri da superare sono le 22 nazioni che si presentarono a Crans Montana, in Svizzera, nel 2014, e i 203 iscritti di Liberec 2012 (Repubblica Ceca).

PROGRAMMA
17 luglio – Arrivi
18 luglio – Arrivi e allenamento
19 luglio – Allenamento e Cerimonia di Apertura
20 luglio – Gare (Giorno 1)
21 luglio – Gare (Giorno 1)
22 luglio – Gare (Giorno 1)
23 luglio – Gare (Giorno 1) e Cerimonia di Chiusura
24 luglio – Partenze

Riccardo D'Elicio, Presidente Cus Torino: "Siamo felici di aver portato a Torino un altro evento di grande importanza, il primo che ci avvicina all'Universiade invernale del 2025. Un evento che riguarda uno sport spesso considerato esclusivo ma che invece stiamo spingendo perchè possa coinvolgere più persone possibili. Proprio a questo proposito ci auguriamo che la gente si avvicini al golf anche attraverso il nostro campo pratica "Golf Colonnetti", dove cercheremo di attirare praticanti attraverso una serie di open day gratuiti. Nel 2006 abbiamo già organizzato questo evento ed è stato un grande successo. Devo ringraziare il Royal Park I Roveri per la disponibilità data per questa manifestazione in cui l'obiettivo sarà quello di superare ogni record di partecipazione".

Fabrizio Ricca, assessore allo Sport Regione Piemonte: "E' bello avere un altro momento di sport universitario in vista delle Universiadi 2025. Ho avuto il piacere di essere a Roma con Chimenti e discutere delle iniziative legate al golf in Piemonte. Saremo Regione Europea dello Sport 2022 e un Mondiale Universitario ci darà visibilità internazionale".

Domenico Carretta, assessore allo Sport Comune Torino "Sono nuovo e quindi non sono qui per prendere i meriti di chi ha lavorato a questo evento. Ringrazio quindi tutti coloro che hanno fatto sì che questo evento arrivasse a Torino. Siamo in sintonia per promuovere ogni disciplina e tipo di sport con grande attenzione al territorio e alle tematiche legate all'attività fisica. Fare sistema è fondamentale: è necessario il confronto per costruire un percorso insieme vero le Universiadi".

Marco Durante, consigliere Federgolf: "Ho vissuto il campionato mondiale universitario dalla prima edizione, nel 1986 quando da atleta vinsi la medaglia d'oro a squadre. La Federazione e il CONI danno molto valore alla doppia carriera perché è importante studiare per avere un futuro dopo lo sport. Lo sport per noi è formazione, come lo studio. Il Royal Park è uno dei circoli che dà lustro alla nostra città e alla nostra Regione e questa manifestazione sarà una delle tappe principali in vista della Rider Cup di Roma 2023".

Marco Aquilino, direttore Royal Park I Roveri: "Grazie al Cus Torino e alle istituzioni per aver scelto e creduto nel Royal Park, e la Federazione con cui ogni anno organizziamo eventi di alto livello. Abbiamo ospitato dal 2009 al 2012 l'Open d'Italia e il nostro obiettivo è fare un grande evento e un'ottima figura a livello mondiale".

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium