/ Cronaca

Cronaca | 17 gennaio 2022, 11:05

Sciopero della fame per l'ambiente: "Come affronta la Regione la crisi ecologica?" (VIDEO)

Ruggero Reina di Extinction Rebellion in protesta in piazza Castello: "Alluvioni, siccità e incendi mettono in ginocchio il territorio"

sciopero della fame extinction rebellion

Sciopero della fame degli attivisti di Extinction Rebellion in piazza Castello

Primo giorno di sciopero della fame davanti alla Regione per Ruggero Reina – attivista del gruppo ambientalista Extinction Rebellion - perché venga convocato un Consiglio regionale aperto su come il Piemonte intenda affrontare la "crisi ecologica". 

 

"Alluvioni, incendi e siccità mettono in ginocchio il Piemonte"

“Sono siciliano - spiega il ragazzo, seduto in piazza Castello - e abito in questa città ormai da cinque anni. Alluvioni, incendi, siccità stanno già mettendo in ginocchio tutto il territorio piemontese. Ogni anno migliaia di persone perdono la vita a causa dell’inquinamento dell’aria".

"Nonostante ciò - prosegue - le politiche ambientali fino a oggi adottate dal governo regionale denotano una totale assenza di responsabilità nei confronti dei propri cittadini".

 

"Manca piano per riduzione emissioni"

"Nel 2020 - prosegue - la Regione ha firmato una Dichiarazione di Emergenza Climatica. Dopo quasi tre anni però non c'è un piano preciso per una riduzione drastica delle emissioni, per l’arresto immediato della distruzione degli ecosistemi e della perdita di biodiversità".

La protesta di Ruggero durerà "fino a quando non verrà convocato un consiglio regionale aperto in cui si parlerà del ruolo della Regione, del modo in cui davvero ha intenzione di andare incontro alle problematiche della crisi ecologica".

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium