/ Viabilità e trasporti

Viabilità e trasporti | 17 giugno 2022, 06:00

San Salvario "quartiere verde"? La Circoscrizione 8 si spacca su pedonalizzazioni e parcheggi

Bocciato l'ultimo ordine del giorno. Tante le proposte legate alla viabilità sostenibile, zone 30, ma anche la possibilità del senso unico in via Nizza e via Madama

L'area pedonale di corso Marconi

L'area pedonale di corso Marconi

Torna a far discutere la viabilità per San Salvario.

Dopo il Consiglio aperto che si è tenuto nelle scorse settimane, in presenza dell'assessora Chiara Foglietta, l'Amministrazione di Massimiliano Miano ha riportato l'attenzione sulla questione del traffico, delle pedonalizzazioni e del verde. 

Lo ha fatto ieri presentando un ordine del giorno con primo firmatario il coordinatore Riccardo Tassone, tuttavia fatto cadere cadere per numero legale dopo una bagarre che ha visto opporsi sia il gruppo di Maggioranza Lista Civica per Torino e alcuni gruppi di Minoranza. 

La proposta sollecitava il sindaco e gli assessore a procedere prima di tutto a una ristrutturazione del sistema di mobilità complessiva della città e nello specifico a promuovere la rigenerazione delle aree pedonali esistenti in San Salvario anche a completamento dei lavori legati al Torino Mobility Lab. 

L'ordine del giorno chiedeva di rendere di San Salvario ancora più un "quartiere verde", farlo tornare a quel polmone verde che era quando fu creato. "Per posizione, qualità dei collegamenti, caratteristiche del territorio e del tessuto sociale, commerciale e civico, San Salvario si presta particolarmente a tale vocazione".

Nuove pedonalizzazioni e nuove Zone 30, la piantumazione di alberi e arbusti come previsto da “Il Verde Si Fa Strada”, ma anche la possibilità di istituire il senso unico in via Madama Cristina e via Nizza, "sfruttando gli spazi recuperati nei rispettivi assi stradali per realizzare opere di miglioramento della vivibilità del quartiere".

Sono alcune delle proposte dell'ordine del giorno oltre a interventi correttivi per la pista ciclabile di via Nizza. 

La questione parcheggi divide

Uno dei punti più dibattuti anche nel Consiglio aperto e anche durante l'ultimo Consiglio, oltre alle aree pedonalizzate, resta quello sui parcheggi.

Aspetto su cui chiedono di un'approfondita anali anche gli Amministratori della 8, secondo cui occorre prima di tutto tenere conto delle caratteristiche del territorio e studiare azioni mirate volte a migliorare la qualità della sosta per i residenti anche con l'eventuale realizzazione di parcheggi sotterranei. 

Ieri l'ordine del giorno tuttavia è stato bocciato insieme agli emendamenti proposti, ma la questione resta sul tavolo tra una visione più ambientalista e una più conservatrice della situazione attuale. 

"Verosimilmente presenteremo lo stesso documento - commenta Tassone - e chiederemo di rivotarlo". 

 

Chiara Gallo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium