/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 22 giugno 2022, 07:00

Come scegliere i solari per quest’estate, tutti i fattori da considerare

State per andare al mare o volete iniziare a proteggervi dai raggi UV anche in città?

Come scegliere i solari per quest’estate, tutti i fattori da considerare

State per andare al mare o volete iniziare a proteggervi dai raggi UV anche in città? In questo articolo troverete una spiegazione completa sulla funzione dei solari e sulle caratteristiche fondamentali di questi ultimi, in modo da scegliere quelli più adatti a voi e alla vostra pelle.

Come funzionano i solari?

Siamo tutti a conoscenza di quanto sia importante il ruolo dei solari nella nostra vita quotidiana, anche se molti di noi tendono ad utilizzarli solamente in spiaggia quando il sole è alto e si vuole lavorare sulla tintarella. Per riassumere in breve, vediamo come mai non possiamo fare a meno dei solari e perché questi dovrebbero far parte della nostra routine anche in città, a prescindere dalla nostra volontà di abbronzarci.

Il compito principale dei solari è quello di assorbire o riflettere i raggi UV, dannosi per il nostro organismo, grazie ai principi attivi che li compongono e alla loro struttura chimica. Con il passare degli anni e diverse sperimentazioni, siamo riusciti a produrre creme solari che assicurano una copertura completa dei raggi ultravioletti, quindi ci proteggono dagli UVB, UVA corti e lunghi. Per garantire la massima funzionalità, i solari sviluppati più di recente sono resistenti all’acqua, non lasciano tracce bianche sulla pelle poco estetiche, si assorbono facilmente e non vengono intaccate dal sudore tipico delle giornate molto calde.

In poche parole, i solari sono un passaggio fondamentale per la nostra pelle prima di esporci al sole, che sia per portare fuori il cane o per passare una giornata al mare. Applicandoli in modo adeguato, proteggiamo la nostra pelle da inestetismi come le macchie solari, preveniamo la formazione delle rughe tanto temute riducendo il rischio di invecchiamento epidermico e soprattutto evitiamo l’insorgere di tumori della pelle, tanto subdoli quanto pericolosi.

Le caratteristiche fondamentali di un solare

Oltre alla pura funzione protettiva di un solare, è fondamentale che questo presenti anche altre caratteristiche, le quali permetteranno alla SPF di svolgere il suo ruolo a pieno regime, senza causare problemi di altra natura alla nostra pelle. Tra i criteri essenziali secondo i quali scegliere i solari, ecco quali sono i più importanti che proprio non possono essere trascurati:

●        Come abbiamo già detto, il solare da noi scelto deve essere in grado di proteggerci da tutte le radiazioni ultraviolette, in modo da essere completamente schermati mentre ci esponiamo ai raggi del sole;

●        I solari devono essere fotostabili, quindi subire modifiche a seconda della luce e delle sue variazioni;

●        La composizione chimico-fisica del solare deve renderlo sicuro, senza rischi di tossicità e fotosensibilizzazione per la nostra pelle;

●        È necessario che i solari siano resistenti all’acqua, specialmente per i momenti in cui siamo al mare in modo che possano svolgere il loro dovere anche mentre facciamo il bagno, anche se subito dopo sarà necessario riapplicarli;

●        Inoltre, i solari devono essere anche resistenti al sudore, perché la maggior parte delle persone soffrono il caldo ed è una reazione naturale del nostro organismo per proteggerci;

●        Infine, il solare che scegliamo deve essere pratico, quindi garantire un’applicazione funzionale e un profumo gradevole sulla pelle, oppure non avere un profumo in caso la nostra pelle sia molto sensibile.

Oltre alle caratteristiche sopra elencate che non possono mancare nei nostri solari, è importante che questi ultimi siano adatti alla zona in cui li applichiamo. La differenza principale è tra viso e corpo, infatti la pelle del viso solitamente è molto più sensibile e tende a reagire diversamente alle creme in generale, oltre ad essere anche più sottile in alcune zone (ad esempio sotto gli occhi). Proprio per questo, è necessario scegliere un produttore di solari serio e affidabile, quindi che proponga diverse soluzioni adatte a tutti i tipi di pelle, anche quelle più sensibili. Tra i più sicuri troviamo Clarins solari, proposti in diverse formule da scegliere in base alla nostra pelle e alle nostre esigenze, dalle versioni in gel al latte corpo, fino al doposole per uniformare e prolungare l’abbronzatura.

Quale SPF scegliere in base al tuo fototipo

Detto ciò, è importante anche sapere a quale fototipo apparteniamo, in modo da proteggerci adeguatamente dai raggi solari scegliendo il livello di SPF migliore per noi. Ma come si capisce qual è il nostro fototipo?

In breve, più la nostra pelle, gli occhi e i capelli sono chiari, più la protezione dovrà essere alta e riapplicata di frequente per non scottarci. Certo, anche coloro che hanno già la pelle olivastra o scura devono utilizzare regolarmente i solari per essere protetti dalle conseguenze maligne delle radiazioni ultraviolette, ma chi è chiaro opterà per un solare 50+ o 50 per andare sul sicuro.

Richy Garino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium