/ Politica

Politica | 29 giugno 2022, 13:20

Palazzo Lascaris: necessari interventi di restauro

La richiesta del presidente Allasia: "La storica sede del Consiglio regionale del Piemonte non può attendere oltre, scrostamenti e deperimento sono sotto gli occhi di tutti”

Palazzo Lascaris: necessari interventi di restauro

Palazzo Lascaris, storica sede del Consiglio regionale del Piemonte, necessita di interventi di recupero e restauro. “Da quasi quarant’anni – spiega il presidente dell’Assemblea legislativa Stefano Allasia, intonachi e stucchi, rivestimenti e strutture, non hanno goduto di interventi di restauro e consolidamento. Oggi la situazione è ancora sotto controllo, ma non si può assolutamente attendere oltre, perché gli scrostamenti e il deperimento generali sono sotto gli occhi di tutti”.

Ecco perché nei mesi scorsi l’ufficio di presidenza ha deliberato una serie di lavori, che da un lato riporterà la struttura al suo splendore settecentesco, dall’altro adeguerà la struttura alle nuove norme di sicurezza. Recentemente, per estrema cautela, alcuni stucchi e cornicioni ritenuti potenzialmente pericolanti sono stati rimossi “ed è naturale che vadano ripristinati. Il pericolo era soltanto eventuale, ma è chiaro che sia sempre meglio prevenire che curare: anche per questo ci siamo mossi per quegli interventi urgenti e abbiamo quindi dato il via libera al progetto di ristrutturazione generale”.

Progetto in fase di ultimazione, che sarà presentato pubblicamente nelle prossime settimane. Va subito sottolineato, comunque, che tutti i lavori saranno eseguiti attingendo dalle economie realizzate negli ultimi anni e che quindi non comporteranno la necessità di un finanziamento apposito da parte della Regione Piemonte.

Verranno ripristinate le facciate esterne ed interne, si interverrà sul tetto e anche all’interno, laddove le nuove regole per la sicurezza impongono adeguamenti strutturali. Capitolo a parte sarà quello dedicato all’adiacente palazzo dell’ex Banco di Sicilia, acquisito negli scorsi anni dal Consiglio e già in uso nella sua quasi totalità. Un’altra perla del centro storico torinese che nei prossimi mesi verrà restituita alla cittadinanza, anche con la possibilità di fruizione quotidiana di alcuni spazi al piano terreno.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium