/ Cronaca

Cronaca | 01 luglio 2022, 11:28

Il Covid lascia altri "malati" sul campo: nel 2021 a Torino aumentano tossici e alcolisti

L'anno passato si sono rivolti al Servizio per le dipendenze patologiche 5.422 persone, il 5.26% in più rispetto al 2020

siringhe

L'anno passato si sono rivolti al Servizio per le dipendenze patologiche 5.422 persone, il 5.26% in più rispetto al 2020

Oltre ai morti in ospedale e nelle Rsa, il Covid-19 a Torino lascia sul campo altri  "malati”. Nel 2021 è infatti aumentato il numero di drogati, ludopatici, alcolisti,…. L’anno passato si sono rivolti al Servizio per le dipendenze patologiche 5.422 persone, il 5.26% in più rispetto al 2020.

Oltre 1360 nuovi utenti

Di questi erano nuovi utenti ben 1.362, il 22.8% in più se paragonato all’anno prima. Persone quindi che hanno iniziato ad abusare di droga, alcol o a giocare d’azzardo durante l’esplosione della pandemia, che ha lasciato molti senza lavoro e aumentato il numero dei poveri a Torino.

Età media 45 anni

Numeri letti oggi dall’assessore Jacopo Rosatelli, in una commissione consiliare dedicata ad un’interpellanza del capogruppo della Lista civica Per Torino Silvio Viale. L’esponente della maggioranza voleva un quadro delle dipendenze nel 2021. Dal punto di vista demografico il 20% (1.086) sono donne e l’età media è di 45 anni. Oltre la metà però ha più di 45 anni.

Alcolismo 2° dipendenza

Se gli eroinomani sono quasi la metà del totale (2.524), scende il numero di utenti che consumano questa droga. Tra le dipendenze spiccano per numero gli alcolisti (1.143): circa 500 sono seguiti dai servizi della zona sud, 414 nell’area nord, 70 in via Spalato e 123 sono in carcere. Poco più di mille abusano di cocaina, 385 da cannabis, 209 da gioco e 59 da tabacco. Una cinquantina i torinesi che hanno chiesto aiuto per altre dipendenze come internet, videogiochi, shopping e sesso.

 

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium