/ Eventi

Eventi | 05 luglio 2022, 16:14

Degrado ambientale ed ecosostenibilità visti dalla mostra "Hope" di Gianni Depaoli

Inaugurazione martedì 12 luglio nella Sala Trasparenza del Palazzo della Giunta regionale, in piazza Castello. Resterà aperta sino a venerdì 29

Degrado ambientale ed ecosostenibilità visti dalla mostra "Hope" di Gianni Depaoli

Martedì 12 luglio, alle ore 17.30, nella Sala Trasparenza del Palazzo della Regione Piemonte, in piazza Castello 165, verrà inaugurata una mostra della Fondazione Tempia. Si intitola "Hope" e presenta opere dell’artista Gianni Depaoli, a cura di Mark Bertazzoli.
Depaoli, artista concettuale originalissimo, infonde sacralità a elementi organici marini trasformandoli in multiformi creazioni materiche, allo stesso tempo affascinanti e perturbanti, che rievocano il vissuto del pianeta, sensibilizzano sul tema del degrado ambientale e trasmettono sensazioni di nuova vita.
Si tratta, come rileva la storica dell'arte Maria Flora Giubilei, già direttrice della Galleria d’Arte Moderna Genova Nervi, «dell'ultima frontiera della storica trash art, quella che Depaoli ha ribattezzato organic trash art (coniugandola a un’abusata etichetta di food art con cui oggi si citano le più disparate invenzioni gastronomiche da televisione), che sollecita l’attenzione nei confronti del materiale meno gestibile da parte di un artista, quello del rifiuto più “rifiutato” perché organico e quindi esposto a un processo di immediata putrefazione. Depaoli, superando un ribrezzo d’obbligo, intrappola quei resti, con trattamenti chimici particolari, in trasparenti urne di metacrilato, e li trasforma (quasi echi metatemporali di fiabesca memoria che sfidano la caducità del tempo) in testimonianze che hanno la concretezza del reperto, in racconti che dalle profondità marine giungono sin sulla terraferma per incontrare gli stenti di pescatori non globalizzati».
La mostra "Hope" presenterà una vasta e composita raccolta di installazioni e opere recenti: una sorta di esposizione antologica, ecosostenibile e a scopo sociale per la ricerca, particolarmente attuale e dalla forte carica espressiva. Il titolo della mostra, messaggio di buon auspicio per una “rinascita” a lungo attesa, si pone in continuità con la rassegna tenutasi nel 2020 presso il Macist di Biella, che già aveva proposto un primo nucleo di opere inedite, attinenti al nuovo indirizzo intrapreso dall’artista piemontese.
Per questa mostra Gianni Depaoli creerà e donerà la nuova collezione "Anime Silenziose 2.1", composta di 49 opere numerate, per una raccolta fondi a favore della Fondazione Tempia di Biella, che dal 1981 si occupa di prevenzione dei tumori, cura, assistenza dei malati e ricerca sul cancro.
La mostra, ad ingresso libero, resterà aperta sino a venerdì 29 luglio e si potrà visitare dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 17.30, e di sabato e domenica, dalle 15 alle 19.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium