/ Cronaca

Cronaca | 24 gennaio 2023, 19:29

Il negozio di Aurora sequestrato alla mafia diventa uno sportello di aiuto per chi è in difficoltà

La giunta, su proposta della vice sindaca Michela Favaro, ha deciso di destinare l'ex locale commerciale di corso Giulio ad un ente del terzo settore

aurora - foto d'archivio

Il negozio di Aurora sequestrato alla mafia diventa uno sportello di aiuto per chi è in difficoltà

A Torino il negozio di Aurora sequestrato alla mafia diventa un luogo per aiutare chi si trova in difficoltà economica e sociale. La giunta Lo Russo, su proposta della vice sindaca Michela Favaro, ha infatti deciso di assegnare gratuitamente ad un ente del terzo settore un ex locale commerciale ubicato in corso Giulio Cesare 38. Lo spazio di 34mq, con una cantina annessa, è stato trasferito al Comune il 17 novembre 2022 dall’Agenzia Nazionale Beni Confiscati e Sequestrati alla Criminalità.

Sportello di aiuto

Questa mattina l’amministrazione ha approvato una delibera per concedere l’ex attività a titolo gratuito. Vista la vicinanza a Porta Palazzo e Ponte Mosca, il locale potrebbe essere assegnato ad una realtà benefica per "realizzarvi attività di natura sociale rivolta al territorio, quali ad esempio uno sportello informativo "di zona" o di primo accompagnamento sociale, di sostegno e di comunicazione a persone in difficoltà".

"Un altro passo importante, dopo via Saccarelli e corso Lecce - commenta la vice sindaca Favaro - per restituire alla collettività un bene confiscato. Una pagina di legalità che si basa su fatti concreti".

Patto con la Scuola Edile

Un'iniziativa del Comune che segue quella sull’immobile confiscato di corso Lecce. Grazie al Protocollo d'Intesa siglato con FSC Torino gli studenti della Scuola Edile vengono utilizzati, nell'ambito dei “cantieri scuola”, per piccoli interventi di manutenzione ordinaria e il rinnovo di finiture negli immobili sequestrati alla mafia e alla 'ndrangheta.

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium