ELEZIONI REGIONALI
 / Nichelino-Stupinigi-Vinovo

Nichelino-Stupinigi-Vinovo | 15 marzo 2023, 19:09

"In fuga da Nazareth": la mostra di Massimilano Ungarelli dedicata ai profughi diventa uno spettacolo

Appuntamento il 31 marzo al teatro Superga di Nichelino. Verzola: "Metà del ricavato della vendita destinato alle famiglie dei migranti"

foto massimiliano ungarelli

"In fuga da Nazareth": la mostra di Ungarelli diventa uno spettacolo teatrale

Continua a fare incetta di premi l'artista nichelinese Massimiliano Ungarelli, che dopo aver esposto alla galleria Casabella di Moncalieri e anche in Campidoglio, presenterà al teatro Superga il prossimo 31 marzo "In fuga da Nazareth. Profughi di ieri e di oggi", lo spettacolo basato sulla sua mostra, che raccoglie l’urlo di denuncia sul dramma umanitario dei profughi. Vicenda ancora più di stringente attualità, dopo la strage di Cutro.

Verzola: "Quadri che parlano dritto al cuore"

"Attraverso gli occhi degli sfruttati e degli emarginati, Ungarelli illustra una critica sociale che non può lasciare indifferente l'anima, dipingendo la società odierna", dichiara l'assessore Fiodor Verzola. "I suoi quadri parlano dritto al cuore e allo stomaco con una potenza emotiva che lascia poco spazio alle interpretazioni e molto alle riflessioni interiori". Per questo, il Comune ha deciso che la sua mostra "Matteo 25. Restiamo umani" restasse esposta presso il teatro Superga per tutta la stagione.

Dalla mostra tratto uno spettacolo teatrale

Ma a fine marzo si farà un ulteriore passo in avanti: venerdì 31, a partire dalle 21, il teatro di Nichelino ospiterà una serata spettacolo/presentazione del progetto in dialogo con l’autore e con il corpo di ballo Adonai della maestra Cristina Viotti. "In fuga da Nazareth. Profughi di ieri e di oggi", realizzata con l'associazione culturale Midrash sarà anche un aiuto concreto per chi soffre: metà del ricavato della vendita dei quadri e delle ristampe in scala sarà destinato a famiglie che stanno vivendo il dramma della "fuga".

Metà delle vendite destinato alle famiglie dei profughi

"Una serata che sarà occasione imperdibile per vedere ancora questi magnifici dipinti, ascoltare la genesi del progetto dalla voce dell'autore e offrire il proprio contributo alla raccolta fondi", ha detto l'assessore Verzola, promuovendo l'iniziativa, annunciando un 31 marzo "carico di emozioni importanti da condividere".

Massimo De Marzi

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium