ELEZIONI REGIONALI
 / Economia e lavoro

Economia e lavoro | 28 marzo 2023, 06:50

Orgoglio torinese, eventi e occasioni mancate, Cirio: "Nessuno ci ha rubato nulla, è stato detto che non ci interessava" [FOTO]

Il Governatore all'inaugurazione della sede Ascom restaurata: "Un principio folle, non ripeteremo errori del passato". Intanto taglio del nastro per un gioiello in stile Eclettico che torna a splendere nel centro della città dopo 9 mesi di lavori

palazzo rey restaurato e alberto cirio

Cirio attacca l'ex sindaca Appendino su Olimpiadi ed eventi

"Quelli che abbiamo perso, sono pezzi di una città che nessuno ci ha rubato, ma sui quali Torino ha deciso di dire 'non ci interessa'". Così Alberto Cirio, governatore del Piemonte, alla presentazione del rinnovato Palazzo Rey, sede di Ascom Torino in via Massena.

Un momento di festa in cui però non si è esaurita l'eco sul passato recente (che porta turismo e lavoro per il commercio). E le Olimpiadi invernali 2026, con la gestione della precedente amministrazione, sono finite sotto i riflettori. "Un principio folle, ma oggi dobbiamo scontare gli effetti di questi errori, sperando di non ripeterli più", ha detto, incrociando lo sguardo del sindaco Stefano Lo Russo, seduto in prima fila.

Poi ha aggiunto: "Voglio ringraziare tutti i commercianti perché hanno affrontato con pazienza, coraggio e determinazione il periodo della pandemia. La Regione è in campo per sostenere il commercio e anche per rendere Torino sempre più attrattiva per turisti che vengano a dormire nei nostri hotel, assaggiare le eccellenze enogastronomiche nei nostri ristoranti e fare shopping nei nostri negozi. Di fronte alla desertificazione commerciale non ci si deve arrendere ma ci si deve interrogare".

 

Una veste "in rosa"

Intanto, Torino si gode un Palazzo Rey tutto nuovo, a tinte rosa e riscoperto nella sua bellezza Eclettica. Un taglio del nastro cui hanno partecipato tutte le istituzioni locali, sia come enti pubblici che come sigle datoriali. Un segno di evidente orgoglio da parte del territorio e un gioiello che torna a splendere.

Accanto alla presidente e il direttore di Ascom Torino, Maria Luisa Coppa e Carlo Alberto Carpignano, il presidente della Regione Cirio, il sindaco di Torino Lo Russo, il presidente della Camera di commercio di Torino Dario Gallina, il presidente della Fondazione CRT Giovanni Quaglia, il direttore dei lavori di restyling, l'architetto Massimiliano Clara, oltre a tanti altri.

"Siamo nella storica Casa del Commercio – ha detto la presidente di Ascom Torino Maria Luisa Coppa - e, come ognuno fa con la propria casa, la curiamo e la miglioriamo per accogliere tutto il mondo del commercio, del turismo, dei servizi e dei trasporti di Torino e provincia. Oggi festeggiamo la fine dei lavori di restyling di Palazzo Rey, dove Ascom Torino ha la sede dal 1960: abbiamo fatto un investimento importante e vogliamo sottolineare come la riapertura del portone aulico, rimasto chiuso per quasi tre anni, sia il simbolo di una vera e propria ripresa delle attività con rinnovata energia e con tante idee per il futuro dei settori che rappresentiamo". 

Nove mesi di lavoro e oltre 500mila euro di spesa

Sono stati necessari circa 9 mesi di lavoro, per un investimento superiore al mezzo milione di euro. "Questo palazzo per noi non è solo una casa – ha aggiunto Coppa - ma anche un luogo di incontro e di raccordo con le istituzioni, le organizzazioni e gli imprenditori della provincia di Torino. Con questa riapertura vogliamo simbolicamente rilanciare tutti quei rapporti diretti con le persone e le istituzioni che purtroppo hanno subito un allentamento durante la pandemia, ma che ora abbiamo tutti voglia di riattivare con più forza di prima. La nostra porta sarà sempre aperta per tutti gli imprenditori, ma anche per tutte le istituzioni con le quali condividiamo l’importanza di un dialogo serrato e di un serio approfondimento delle nostre istanze in nome del futuro delle 16 mila attività aderenti ad Ascom". 

Una parte di rigenerazione urbana

Riaprire palazzo Rey con questo lavoro di restauro accurato - ricorda il direttore di Ascom Torino Carlo Alberto Carpignano - per la nostra Associazione significa contribuire alla rigenerazione urbana di questo angolo di Torino, mettendo a disposizione della Città, dei Torinesi e dei turisti un punto di riferimento nuovo, un palazzo tradizionalmente torinese, nel solco dell’eclettismo ottocentesco subalpino, eppure aperto all’innovazione, luogo di incontro di Imprenditori ed Istituzioni, spazio di servizio per le Imprese, dove incontrarsi per cercare soluzioni e sviluppare idee”.

Massimiliano Sciullo

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium