/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 17 aprile 2023, 07:00

L’esito delle prossime offensive sarà decisivo e favorevole ai russi: intervista a Douglas Macgregor

Come si stanno muovendo le linee sul fronte ucraino? Come si sta sviluppando la situazione sul campo? E per quanto tempo ancora Washington sosterrà incondizionatamente la strategia di Kiev?

L’esito delle prossime offensive sarà decisivo e favorevole ai russi: intervista a Douglas Macgregor

Come si stanno muovendo le linee sul fronte ucraino? Come si sta sviluppando la situazione sul campo? E per quanto tempo ancora Washington sosterrà incondizionatamente la strategia di Kiev? Le falle nella narrativa statunitense sull’Ucraina si stanno allargando pericolosamente, spiega l’ex colonnello Douglas Macgregor intervistato dal sito Strumenti Politici. Autore di libri considerati essenziali per la visione militare degli USA, collaboratore della Casa Bianca sotto l’amministrazione Trump, oggi Macgregor accusa Biden di attuare in Ucraina un’agenda politica che non risponde al cosiddetto “interesse nazionale strategico americano”, ma agli affari di altre lobby. E al popolo americano è stata raccontata una falsa realtà, destinata presto a sfaldarsi. Gli americani si stanno chiedendo se valga la pena rischiare il confronto diretto con la Russia solo per il governo di Zelensky, corrotto e oppressivo verso le minoranze. Verso l’estate i russi potrebbero sferrare un attacco decisivo per giungere al fiume Dnepr o persino a Odessa. A quel punto, il Pentagono dovrebbe evitare di misurarsi coi russi in terra, perché gli USA sono una potenza di cielo e di mare. Se la situazione sul campo sarà come prevedibile a favore dei russi, e soprattutto se saranno già stati spesi troppi soldi, a ridosso della campagna elettorale per il 2024 Washington farà meglio ad abbandonare Zelensky. Bisogna infatti concentrarsi sui problemi molto seri da risolvere in patria, come la criminalità, la crisi economica, le tensioni sociali. Sprecare miliardi di dollari e spingere per un conflitto di portata mondiale si sta dimostrando il modo migliore per portare la stessa civiltà americana all’autodistruzione. E naturalmente è una prospettiva che va evitata ad ogni costo e in fretta.


Informazione pubblicitaria

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium