/ Cronaca

Cronaca | 07 febbraio 2024, 13:33

La sede del Giudice di Pace delle Vallette torna a vivere all'insegna del lavoro [FOTO e VIDEO]

Siglato l'accordo di riqualificazione dell'immobile in disuso da anni e che ora vuole ospitare un centro di servizi per il lavoro. Dalle Regione 10 milioni di finanziamento

La sede dell'ex Giudice di Pace, da anni in degrado. Qui nascerà un polo per i servizi al lavoro

La sede dell'ex Giudice di Pace, da anni in degrado. Qui nascerà un polo per i servizi al lavoro

L’edificio che fino al 2019 ha ospitato gli uffici del Giudice di Pace di via Mughetti torna a nuova vita. In quell’anno, infatti, fu dismesso, ed è tornato a carico del Demanio nel marzo del 2022.

Nella giornata di oggi, mercoledì 7 febbraio, è stato siglato l’accordo tra Regione Piemonte, Città di Torino, Agenzia del Demanio e UniTo per riqualificare l’immobile esteso su una superficie di oltre 9mila metri quadrati.

Dieci milioni di investimento

Il finanziamento di Regione e Agenzia del Lavoro Piemonte è di dieci milioni di euro: metà tra fondi Pnrr e metà dai Fondi per lo Sviluppo e la Coesione.

Presenti alla firma il sindaco di Torino Stefano Lo Russo, la vice sindaca Michela Favaro, il presidente di Circoscrizione 5 Enrico Crescimanno, l'assessore al Patrimonio della Regione Andrea Tronzano, l'assessore alle Politiche Sociali Maurizio Marrone, il rettore dell'Università di Torino Stefano Geuna e Sebastiano Caizza dell'agenzia del Demanio.

A presentare il progetto il capo gabinetto  del presidente Alberto Cirio (oggi impegnato in una trasferta a Berlino) Gianluca Vignale.

Lo Russo: "Vallette guarda al futuro con ottimismo"

"Una buona collaborazione tra istituzioni del territorio - commenta l’iniziativa il sindaco di Torino Stefano Lo Russo - per dare un futuro a questo immobile che guarda alla riqualificazione di Vallette. Il percorso si inserisce in un programma molto ampio e ambizioso che passa dalla rigenerazione del mercato delle Verbene, alla ricostruzione dell’edificio delle Poste di piazza Montale e alla risistemazione significativa di aree verdi.”

"Vallette potrà guardare al futuro con maggiore ottimismo - conclude il primo cittadino - e sentirsi parte integrante di una strategia di sviluppo che darà la possibilità ai cittadini di sentirsi pienamente protagonisti di questa bellissima zona della Città."

Marrone: "Invertita la rotta sulle periferie torinesi"

"Le periferie non devono essere considerate territori di serie B - dichiara l’assessore alle Politiche Sociali della Regione Piemonte Maurizio Marrone - Non devono essere considerate solo quando si devono collocare un campo nomadi, una discarica o un centro di accoglienza per immigrati. Qui non aprirà l’ennesimo centro commerciale, ma le istituzioni sono intervenuti per portare lavoro e conoscenza. La giusta riqualificazione che inverte la rotta sulle periferie torinesi."

Tronzano: "Un progetto legato a lavoro e formazione"

“Un progetto di sistema - sostiene l’assessore al Patrimonio della Regione Piemonte Andrea Tronzano - legato al lavoro e alla formazione. Abbiamo tempi certi, cominciamo oggi un cammino per rigenerare un quartiere sottovalutato, ma bellissimo. Questo tipo di intervento gioverà ai cittadini."

Il lavoro al centro del nuovo spazio

 

 

Sulla destinazione d’uso c’è una progettazione già attivata dell'Università, mirato in primis ad ospitare un centro di servizi al lavoro, oltre a presidi territoriali di carattere sociale, sportivo, culturale, istituzionale e di servizio.

L'idea di portare qui un corso di laurea magistrale

Il rettore Geuna, il cui padre operava come pediatra di libera scelta proprio negli spazi di via Mughetti, oggi dismessi, ha parlato dell'intenzione di sfruttare degli spazi a fini accademici, con l'idea, che al momento rimane tale, di attivare dei corsi di laurea magistrale in questa sede.

Entro il 2026

Il progetto di riqualificazione, con la sigla odierna del protocollo, potrà partire a stretto giro e dovrà essere completata entro il 2026.

Il nome scelto per illustrare il percorso di questi mesi tra gli enti interessati è "Accademia Vallette 2026".

Daniele Caponnetto

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium