ELEZIONI REGIONALI
 / Attualità

Attualità | 22 aprile 2024, 19:45

Le scuole di Torino rendono omaggio a Gino Strada nel giorno del compleanno: “Costruiamo pace, disarmo e diritti”

Il medico e chirurgo, fondatore di Emergency, ieri avrebbe compiuto 76 anni. Al Sermig una grande festa per ricordare il suo lavoro e il suo attivismo verso le vittime civili di guerra

Le scuole di Torino rendono omaggio a Gino Strada nel giorno del compleanno: “Costruiamo la pace”

Le scuole di Torino rendono omaggio a Gino Strada nel giorno del compleanno: “Costruiamo la pace”

Gino Strada ieri avrebbe compiuto 76 anni e, per ricordarlo nel migliore dei modi, alcune scuole di Torino – tra cui l'Istituto Comprensivo che porta il suo nome - hanno organizzato una grande festa al Sermig di Borgo Dora. L'evento si è svolto questa mattina dopo una “marcia per la pace” dalle rispettive sedi e in contemporanea con l'Istituto “Gino Strada” di Sesto Fiorentino, gemellata per l'occasione con l'omonima scuola torinese.

Il ricordo di Emergency

In apertura è stata ricordata l'attività del medico e chirurgofondatore di Emergency, nell'assistenza e nella cura delle vittime civili della guerra: “La guerra - ha commentato Simonetta Gola di Emergency, in collegamento streaming – è il problema e non la soluzione: Gino, da questo punto di vista, ci ha sempre insegnato che è possibile scrivere un'altra storia, trasmettendoci l'ambizione di garantire diritti umani per tutti”.

L'impegno delle scuole

La palla è passata poi agli studenti, autori di performance live come l'interpretazione della canzone “Casa mia” di Ghali in lingua dei segni o uno spettacolo di teatro-danza, mentre i ragazzi di Sesto Fiorentino hanno eseguito “Imagine” di John Lennon e la colonna sonora di “La vita è bella” di Nicola Piovani: “Tanti bambini - ha sottolineato la sindaca del Consiglio Comunale dei Ragazzi Agnese De Bortoli – non hanno diritto a un futuro e temiamo che questi venti di guerra possano peggiorare le cose. Per questo dobbiamo costruire pace, disarmo e diritti”.

A farle eco ci ha pensato il dirigente scolastico dell'Istituto Comprensivo “Gino Strada” di Torino Oscar Maroni: “Vogliamo allevare - ha dichiarato – generazioni che non pensino più alla guerra come strumento risolvere i problemi, promuovendo i valori della nostra Costituzione che oltre a ripudiare la guerra garantisce diritti universali come quello alla vita”.

L'intervento di Carlotta Salerno

Alla festa ha partecipato anche l'assessora comunale all'istruzione Carlotta Salerno: “Gino Strada - ha affermato – ha saputo lottare per i propri sogni perché, pur essendo adulto, ha mantenuto il cuore di un bambino: oggi sarebbe felice di sapere che questi ragazzi si stanno impegnando per la pace. L'importante è non farsi condizionare dagli adulti che dicono che il mondo non si può cambiare”.

Marco Berton

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium