/ Cronaca

Cronaca | 29 maggio 2024, 11:51

D'amore e di lotta. Il 15 giugno la sfilata arcobaleno del Torino Pride: superospite il cantante Michele Bravi

Lo Russo: "Italia ha tanti passi in avanti da fare, Parlamento legiferi su coppie omogenitoriali"

D'amore e di lotta. Il 15 giugno la sfilata arcobaleno del Torino Pride: superospite il cantante Michele Bravi

D'amore e di lotta: questo è il claim che sintetizza il manifesto politico del Torino Pride 2024. La parata dell'orgoglio LGBTQIA+ torna per le strade di Torino il 15 giugno, portando con sé istanze e rivendicazioni: super ospite il cantante e vincitore di X Factor 2013 Michele Bravi.

"Rivendichiamo con forza nostre forme d'amore"

"Come abbiamo scritto sul nostro manifesto – afferma il coordinatore del Torino Pride Luca Minici 'siamo persone che amano e siamo persone che lottano'.  Vogliamo rivendicare con forza tutte le nostre forme d’amore e di relazione, qualunque geometria abbiano, e avvisare chiunque ci volesse silenti e invisibili che siamo qui per rimanere e per lottare". "Perché i diritti che non sono per tutt* hanno un altro nome: si chiamano privilegi!", conclude.

Lo Russo: "Italia tanti passi in avanti i da fare"

"Quest'anno il Torino Pride - ha osservato il sindaco di Torino Stefano Lo Russo - assume un significato ancora più importante: siamo in una fase storica complessa, sul piano dei diritti civili". "C'è un vento di destra - ha aggiunto il primo cittadino - che soffia prepotente in Europa. L'Italia ha tanti passi in avanti da fare, a partire dal tema della genitorialità che è stato abbandonato dal punto di vista politico, demandato alla discrezionalità dei sindaci: questo è iniquo". "È iniquo - ha proseguito - che non  ci sia questo diritto, che consenta ai bimbi di vedere riconosciuti due genitori, indipendentemente dal loro sesso".

"Questa è la cornice - ha aggiunto il sindaco - di una battaglia politica che deve affrontata nella sede propria, il Parlamento, che deve assumere un'iniziativa in maniera netta e fronte" . "Condivido la piattaforma politica del Torino Pride - ha concluso Lo Russo - anche sul fatto di porre l'asticella dei diritti in alto, andando anche verso la rottura".

La parata

La parata del Torino Pride si terrà sabato 15 giugno, con partenza alle 16.30. Il concentramento e la partenza saranno in corso Principe Eugenio, e il percorso si snoderà in corso San Martino, via Cernaia, via Pietro Micca, piazza Castello, viale I° Maggio, viale dei Partigiani, corso San Maurizio, lungo Po Luigi Cadorna. L’arrivo sarà in piazza Vittorio, dove sarà montato un palco su cui si terranno tutti i discorsi finali.

L'accessibilità

Anche quest'anno il Coordinamento Torino Pride ha posto particolare attenzione all'accessibilità dell'intera parata, in collaborazione con Disability Pride Torino e il collettivo Mai Ultimi. Sono previsti dei punti di scarico sensoriale, più silenziosi e tranquilli, e il servizio della Croce Rossa Italiana mobile per tutto il percorso. Per chi ha difficoltà motorie, in testa alla parata ci sarà il bus City Sightseeing di Torino con posti a sedere, oltre che un servizio di navetta all’arrivo per il ritorno alla zona di partenza, in collaborazione con GTT. Davanti al palco sarà delimitata una zona non affollata con sedie, e tutti gli interventi avranno l’interpretariato in LIS.

Area testing HIV e sifilide

Anche quest’anno, nella zona di arrivo della parata, sarà presente l’area dedicata al test rapido per HIV e Sifilide, con personale sanitario specializzato, in collaborazione con Torino Fast Track City. Verranno anche distribuiti materiali informativi e profilattici per promuovere l’accesso sicuro alla sessualità.

Superospite

Classe 1994, Michele Bravi è un cantautore italiano diventato popolare dopo la sua vittoria a X-Factor nel 2013 con l’inedito La vita e la felicità. Sarà ospite del palco del Torino Pride in piazza Vittorio.

I party

Il party ufficiale del Torino Pride 2024 si svolgerà sabato 15 giugno nei cortili del Centralino (in via delle Rosine 16), con inizio previsto alle ore 20.30. Nelle prime ore della festa sarà possibile mangiare all’interno del locale grazie alla collaborazione di alcuni ristoratori del territorio. Il Torino Pride Party è realizzato in collaborazione con le serate Bananamia, Delirio, Lez’n’More, Portafortuna, Qimanji e Sodo Party.

Cinzia Gatti

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium