/ Scuola e formazione

Scuola e formazione | 23 maggio 2019, 14:30

Patentini per lo smartphone: domani la consegna al Campus Einaudi per 400 studenti torinesi

Il progetto è rivolto alle classi di scuola secondaria di primo grado della città e vuole sensibilizzare su temi come il cyber bullismo

Patentini per lo smartphone: domani la consegna al Campus Einaudi per 400 studenti torinesi

Un patentino per 400 studenti, domani - 24 maggio alle 9 - presso l'aula magna del Campus Einaudi. Arriva infatti alla sua conclusione il progetto “Un patentino per lo smartphone”, rivolto agli studenti delle classi prime della scuola secondaria di primo grado della città di Torino, è stato promosso dalla Regione Piemonte, nell’ambito della Legge Regionale sul Cyber-bullismo, con la partecipazione dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Torino, dell’ASL Città di Torino, della Polizia Municipale e dell’ARPA Piemonte.

Lo smartphone è uno strumento straordinario, ma può destare preoccupazioni nei genitori: molti ragazzi ormai lo posseggono e, pur dimostrandosi estremamente abili nell’utilizzo allo stesso tempo risultano carenti nella conoscenza di quelli che sono i potenziali rischi dovuti a un uso del cellulare privo di regole e di conoscenze normative.

Il progetto è, quindi, finalizzato a colmare queste lacune conoscitive e a invitare a un uso consapevole dello smartphone. La prevenzione dei rischi a esso collegati permette, ad esempio, di evitare comportamenti e problemi legati al cyber-bullismo.

L’idea è stata quella di costruire un percorso educativo, rivolto agli insegnanti, che favorisse l’integrazione di temi e prospettive differenti: leggi e regole, il possibile impatto sulla salute e il funzionamento dei dispositivi, la media education e la promozione della salute. L’interesse dimostrato da parte degli allievi, degli insegnanti e dei genitori, conferma l’importanza e l’attualità dei temi trattati.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium