/ Attualità

Attualità | 25 agosto 2019, 07:00

Giardino “Operaie della Fabbrica Superga”, la fontana è una discarica a cielo aperto

Senza acqua da anni, è diventata simbolo del degrado tra scritte ingiuriose e rifiuti: monta la rabbia tra i residenti

Giardino “Operaie della Fabbrica Superga”, la fontana è una discarica a cielo aperto

Imbattersi in una fontana spenta a Torino non è certo una novità. Da tempo infatti, la maggior parte delle fontane della città, escluse quelle auliche, sono ormai prive di acqua.

In via Verolengo 42 però, nel giardino Operaie della Fabbrica Superga, quella che una volta era una bellissima fontana al centro dell’area verde, è diventata il simbolo del degrado in zona Borgo Vittoria: una vera e propria discarica a cielo aperto.

Le vasche della fontana, costruite inizialmente per ospitare i giochi d’acqua, si sono presto trasformate in cestini dove vengono buttati ogni tipo di rifiuto. Le scritte ingiuriose, invece, ricoprono completamente la fontana. Una situazione che si protrae da diverso tempo, da molti anni, e che è stata sollevata dai residenti, stufi che dell'incuria aggravatasi a causa del poco rispetto dimostrato da qualche vandalo.

A farsi carico del problema l’assessore all’Ambiente del Comune di Torino, Alberto Unia: l’assessore ha già effettuato un sopralluogo e a settembre, una volta terminata la “pausa estiva”, ha promesso di incontrare i cittadini.

La speranza del quartiere è che nonostante le difficoltà nel tenere vive le fontane, possa quanto meno delinearsi un percorso alternativo che faccia tornare agli antichi splendori la fontana e il giardino “Operaie della Fabbrica Superga”.

Andrea Parisotto

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium