/ Scuola e formazione

Scuola e formazione | 27 novembre 2019, 11:02

Fuan in rettorato: "La biblioteca del Campus non ha posti, servono i tornelli"

"Molti studenti - spiega Andrea Montalbano, presidente del FUAN - Azione Universitaria - ci hanno segnalato che la biblioteca Bobbio del Campus Einaudi è costantemente piena"

Fuan in rettorato: "La biblioteca del Campus non ha posti, servono i tornelli"

I rappresentanti del FUAN - Azione Universitaria questa mattina si sono riuniti in Rettorato per denunciare direttamente al Rettore la mancanza di posti per studiare all'interno della biblioteca Bobbio del Campus Luigi Einaudi e proporre l'installazione di tornelli come soluzione pratica a riguardo.

"Molti studenti - spiega Andrea Montalbano, presidente del FUAN - Azione Universitaria - ci hanno segnalato che la biblioteca Bobbio del Campus Einaudi è costantemente piena ed è sempre più difficile prendere posto per studiare già dal primo mattino. Questo accade perché - continua Montalbano - non esistendo controlli di alcun tipo all'ingresso della biblioteca, i posti sono spesso occupati da utenti esterni o da "furbetti" che, dopo essersi appropriati di un posto a sedere, lo lasciano occupato con quaderni e libri per ore, allontanandosi nel frattempo dalla biblioteca o perfino dal Campus".

 

"Al Rettore abbiamo chiesto l'installazione di tornelli all'ingresso così come già avviene in altre sedi di Unito. I tornelli - prosegue Montalbano - spesso oggetto di sterili critiche, rappresentano in realtà un sistema efficace per almeno tre motivi: in primis permettono agli studenti di conoscere a priori se ci sono o meno posti disponibili per studiare; in secondo luogo, prevedendo solamente pause da 30 minuti per mantenere il posto, scoraggiano gli studenti "furbetti" ad occupare i posti con quaderni e zaini; infine, assegnano la priorità nell'accesso alla biblioteca agli studenti dell'Università di Torino, che pagano migliaia di euro di tasse ogni anno e per questo è giusto che abbiano la priorità nell'accesso alla biblioteca rispetto agli utenti esterni. A questi ultimi - conclude Montalbano - non sarebbe comunque negato l'accesso agli spazi universitari: basterebbe effettuare una semplice registrazione". 

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium