/ Cronaca

Cronaca | 18 febbraio 2021, 09:26

Controlli anti Covid: nel Torinese un pusher in manette e un locale chiuso

A Brusasco serrande giù per un bar dove non era presente la cartellonistica indicante il numero massimo di persone consentite all'interno

Controlli anti Covid: nel Torinese un pusher in manette e un locale chiuso

Un pusher in manette e un bar chiuso per cinque giorni: è questo l’esito dei controlli svolti dai Carabinieri nel Torinese, per il rispetto della normativa anti Covid.

In particolare a Torino, in via Genova, è finito in manette uno spacciatore senegalese bloccato dai militari della Compagnia San Carlo subito dopo che aveva ceduto una dose di cocaina a un giovane italiano. Nel corso della perquisizione personale è stato trovato in possesso di altre due dosi della medesima sostanza stupefacente e di 330 euro in contanti, ritenuti provento dell’attività illecita.

A Brusasco, nell’hinterland torinese, i carabinieri di Cavagnolo hanno chiuso per cinque giorni un bar gestito da un cittadino cinese. I militari dell’Arma hanno accertato che non osservava le prescrizioni anti Covid in quanto fuori dal locale era assente la cartellonistica indicante il numero massimo di persone consentite all’interno e quella relativa alle norme di comportamento per evitare la diffusione del virus.

Inoltre sono state trovate delle persone intente a giocare alle slot machines, attività vietata. Il successivo accertamento sulle cinque macchinette da gioco ha permesso di verificare che erano sprovviste di autorizzazione e non collegate al sistema di controllo delle giocate dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. In totale sono state fatte multe per oltre 20.000 euro.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium