/ Moncalieri

Moncalieri | 27 marzo 2021, 07:30

Metro (e strisce blu) in piazza Bengasi, la proposta di Moncalieri Coraggiosa: "Piano urbano del traffico che guardi al 2030"

Le proposte: navette ecologiche gratuite per disincentivare l'uso delle auto, pista ciclabile integrata e rimodulazione delle strisce blu. L'assessore Angelo Ferrero: "Entro fine aprile speriamo di chudere accordo con Gtt e Comune di Torino"

strisce blu - foto di repertorio

Metro (e strisce blu) in piazza Bengasi, la proposta di Moncalieri Coraggiosa: "Nuovo piano urbano del traffico che guardi al 2030"

Tra poche settimane la metro arriverà finalmente in piazza Bengasi e anche per Moncalieri questo sarà un momento storico, atteso da tempo, dopo anni di lavori e disagi.

Ma, per varie ragioni, non si e costruito un parcheggio sotterraneo decisivo e fondamentale per la riuscita dell'opera, così i residenti, per gli ambulanti che su quella piazza ambiscono a ritornare dopo essere stati per anni confinati altrove sembrano storcere il naso di fronte all'ipotesi dell'introduzione delle strisce blu.

Ferrero: "Tutto è in working progress"

L'assessore alla Viabilità del Comune di Moncalieri, Angelo Ferrero, ha già fatto capire quali sono le intenzioni dell'Amministrazione: "Senza parcheggio interrato, la città teme di essere invasa dai veicoli, almeno al confine con piazza Bengasi: le auto dei pendolari resterebbero ferme a bordo strada dalle 6 alle 19. Serve una rotazione, per tutelare residenti e commercianti", ha spiegato, per giustificare l'intenzione di tracciare le strisce blu.

"Al momento tutto è ancora in working progress, come si dice. Noi speriamo entro la fine di aprile di chiudere l'accordo con Gtt e il Comune di Torino, perché questa non è una decisione che possiamo prendere soltanto noi", ha spiegato Ferrero.

Piano urbano del traffico che guardi al 2030

Moncalieri Coraggiosa (una delle componenti civiche della coalizione di centrosinistra che ha vinto le elezioni lo scorso settembre) si è fatta promotrice nei confronti dell'Amministrazione di una proposta che va incontro alla Transizione Ecologica, parte fondamentale dei progetti europei futuri, chiedendo di "lavorare per una Moncalieri 2030 dove la mobilità sostenibile diventi predominante".

La richiesta è quella di mettere mano a un "nuovo Piano Urbano del Traffico, così come ad un efficace Piano dei Trasporti potenziando il sistema di trasporti pubblici, introducendo, dove possibile, navette gratuite ed ecologiche per portare i cittadini alla metro e disincentivare l'utilizzo delle auto".

Pista ciclabile integrata e navette

"Vogliamo chiedere un nuovo progetto che porti ad una pista ciclabile integrata con i vicini comuni dell'area metropolitana che includa un nuovo modo di spostarsi con zone di bike sharing vicine alle fermate dei bus", sottolinea Moncalieri Coraggiosa. "Questo progetto non porterà alla eliminazione delle zone blu, che tuttavia dovranno essere rimodulate, applicando tariffe crescenti sulla base della maggior durata della sosta. Questo per permettere un alto turnover dei posti auto, aiutando i cittadini con maggior tecnologia, magari usando una app che identifichi i posti liberi e aiuti nell’utilizzo degli stessi".

Car sharing e abbonamenti a prezzo conveniente

Moncalieri Coraggiosa conclude auspicando interventi anche sul fronte abbonamenti: "E’ necessario aiutare i residenti e i commercianti con tariffe poco esose", quando le strisce blu diventeranno realtà. "E' importante dotare la città anche di postazioni di car sharing che permettano di giovarsi di parcheggi sicuri e semplici: solo così questa emergenza potrà trasformarsi in una opportunità".

Massimo De Marzi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium