/ Moncalieri

Moncalieri | 08 giugno 2021, 14:12

A Moncalieri finalmente riaperti i cancelli al Parco Storico del Castello

La soddisfazione dell'assessore Laura Pompeo: "Scopriamo la bellezza di poter godere di un bosco in città, custode di biodiversità a tutela del verde"

parco storico castello di moncalieri

A Moncalieri finalmente riaperti i cancelli al Parco Storico del Castello

Nello scorso fine settimana il Parco Storico del Castello di Moncalieri ha riaperto i cancelli.

A fare gli onori di casa il Sindaco Paolo Montagna e l’assessore alla Cultura Laura Pompeo insieme a Marco Devecchi e all’équipe di professori e ricercatori del Dipartimento di scienze Agrarie-Disafa dell’Università di Torino, partner scientifici della Città di Moncalieri per le iniziative di recupero e valorizzazione del sito. L’iniziativa è stata l’unica del Piemonte ad essere inserita nel programma internazionale europeo della Settimana Verde, la EU Green Week 2021: l’evento annuale di più alto livello organizzato dall’Unione Europea in tema di politiche ambientali.

Per questioni di sicurezza, inizialmente è stato possibile aprire il parco solo agli stakeholders e agli interlocutori istituzionali del territorio. Ma presto, con l’avanzare dei lavori, diventerà una nuova, preziosa opportunità offerta a tutti. All’evento hanno partecipato tra gli altri l’europarlamentare Brando Benifei, l’assessore regionale alla Cultura e al Turismo Vittoria Poggio, il consigliere regionale Daniele Valle, gli alti funzionari regionali Paola Casagrande e Stefania Crotta, il direttore di TurismoTorino Marcella Gaspardone, il direttore della Direzione Regionale Musei Elena De Filippis insieme al direttore del Castello di Moncalieri Laura Moro, il presidente del Parco del Po piemontese Roberto Saini insieme al direttore Dario Zocco. E ancora: Jacopo Chiara, Lorenzo Fogliato, l’Ufficio Cultura di Moncalieri, Lino Malara, Carlo Tosco, le due Pro Loco, il capitano Marco Polati del Primo Reggimento Carabinieri, Federica Larcher e Paola Gullino del Disafa, insieme a diversi studenti e docenti del Dipartimento.

E’ stata anche l’occasione per presentare l’opuscolo in italiano e in inglese, che introduce il visitatore alle bellezze nascoste del Parco, ed è stata inaugurata la mostra "Il Restauro del Parco del Castello Reale di Moncalieri-Ipotesi di progetto per la valorizzazione e fruizione". Si tratta di una sintesi delle esercitazioni didattiche elaborate nell’ultimo anno accademico dagli studenti iscritti al laboratorio di restauro dei giardini e del paesaggio nell’ambito del corso di Laurea magistrale interateneo in “Progettazione delle aree verdi e del paesaggio”, che coinvolge il Politecnico di Torino e le Università degli Studi di Milano, Genova e Torino.

La Città, nell’ambito del progetto Moncalieri Città nel Verde, è promotrice dal 2015 di un collaudato programma di eventi volti a consolidare un nuovo impegno a favore del patrimonio dei parchi, dei giardini storici, delle antiche vigne e dei valori paesistici del sistema Po-Collina Torinese. Tra gli appuntamenti fissi, ogni anno più apprezzati e riconosciuti su vasta scala, i convegni internazionali Dialoghi sul paesaggio dedicati a parchi e giardini storici e Si può fare sulla green economy, il concorso Rose al Castello-Premio della Rosa Principessa Maria Letizia e la kermesse culturale e floroviaistica autunnale Fiorile.

Moncalieri, inserita nei siti MaB Unesco (2016) e, tramite il Castello Reale, nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità (1997), ha acquisito, coronando un inter burocratico quinquennale, la piena proprietà del Parco Storico. Luogo di delizie  amato dai Savoia, fino a oggi inaccessibile al pubblico, il Parco sarà oggetto nei prossimi mesi di azioni di recupero e valorizzazione. Verrà dotato di spazi espositivi, aree di accoglienza e bookshop, percorsi tematici, programmando gli interventi nell’ambito della citata partnership scientifica con il professor Devecchi e la sua équipe, che ha già prodotto la mappatura del sito e la catalogazione delle specie arboree, messe a dimora dai progettisti ottocenteschi del Parco.

Un’impresa che solo 5 anni fa pareva assolutamente impossibile – dichiara con grande soddisfazione l’assessore Laura Pompeo – Ora invece scopriamo la bellezza di poter godere di un bosco in città, custode di biodiversità e fattore di trasformazione del territorio. Mai come ora abbiamo sentito così forte il bisogno di verde, specie per il nostro benessere. Grazie all’inserimento nella EU Green Week 2021 è stata riconosciuta anche internazionalmente la bontà dell’intuizione e della progettualità, che hanno guidato questo Assessorato e la Città fino ad intestarsi la piena e definitiva proprietà del Parco”.

 

Massimo De Marzi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium