/ Politica

Politica | 28 giugno 2021, 18:33

Salvini a Torino lancia Damilano: “Qui non abbiamo mai vinto, ma ho ottime sensazioni” [VIDEO]

Il leader della Lega lancia il candidato civico: “E’ una persona molto concreta e ha le idee chiare. Attacchi al cantiere Tav? Sono rimasti solo più degli esagitati, non hanno il sostegno popolare”

Salvini a Torino lancia Damilano: “Qui non abbiamo mai vinto, ma ho ottime sensazioni” [VIDEO]

Qui non abbiamo mai vinto, ma ho ottime sensazioni”. Così Matteo Salvini ha lanciato la campagna elettorale di Paolo Damilano, candidato civico del centrodestra.

Dopo una visita a Chiomonte, Salvini e Damilano si sono concessi una tappa alla raccolta firme del sindacato Siulp, prima di recarsi al Golden Palace per la conferenza stampa: “Se diventerà sindaco? Decidono i torinesi, ma ho ottime sensazioni: nel viaggio in macchina abbiamo parlato di quartieri, mobilità, sport, crisi aziendale”.

Sull’ipotesi di una vittoria già prima del ballottaggio, Salvini si è così espresso: “Torino deve tornare a essere quello che era: per la prima volta nella storia la partita è aperta, questa volta partiamo davanti noi. Puntiamo a vincere al primo turno, il tempo è denaro e vogliamo far risparmiare tempo ai torinesi”.

Damilano mi sembra che abbia le idee chiare, è una persona molto concreta. Non sarà abituato a parlare in pubblico, ma noi partiti ci siamo. Prima di altri abbiamo creduto in una scelta civica, coinvolgendo il mondo delle imprese, delle università e del volontariato”, ha affermato Salvini.

Di fatto, la convergenza dei partiti su Damilano  potrebbe essere una prova di quella federazione tanto caldeggiata da Salvini: “Torino è una dimostrazione concreta che lavorare insieme si può. Qui non si è mai vinto nella storia ma mai dire mai”. Sul ruolo di Damilano, il leader leghista si è così espresso: “La collaborazione con la polizia locale, la gestione degli eventi, la movida, le ordinanze, il sindaco può fare la differenza. Può portare un po’ di regole e ordine”.

In ultimo, Salvini si è concesso una riflessione sul cantiere della Tav: “I lavori vanno avanti, si prosegue con centinaia di operai al lavoro. Bisogna accelerare alcuni fondi che sono fermi nei ministeri”. “Alcuni attacchi al cantiere? Si ma sono alla canna del gas, non hanno nemmeno il sostegno popolare. Ho parlato con il sindaco di Chiomonte, i cittadini se arrivano gli interventi promessi sono contenti. Rimane qualche esagitato. Ci sono miliardi e posti di lavoro in ballo”.

Andrea Parisotto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium